Con la Gold Tone GT-WB, Weissenborn, il produttore specializzato in strumenti bluegrass e nei cosiddetti strumenti folk-alternativi offre un accesso relativamente economico al mondo delle chitarre Weissenborn. La chitarra hawaiana, sviluppata da Hermann Weissenborn all’inizio del XX secolo, appartiene alla categoria delle chitarre slide e si suona sdraiata sul grembo con una tone bar. Come caratteristica particolare, ha un manico cavo e quindi ha un caratteristico suono tipico delle lap guitars.

Gold Tone GT-WB Weissenborn – in breve

  • Chitarra Weissenborn
  • Corpo: Sapele
  • Tastiera: Noce
  • Lunghezza scala: 629 mm
  • Larghezza del capotasto: 49,2 mm
  • Ponte: Blackwood
  • Made in China

Una breve panoramica della storia delle chitarre Weissenborn

Hermann Weissenborn era un costruttore di chitarre di origine tedesca che emigrò negli Stati Uniti nel 1902 e, dopo una sosta a New York, si stabilì infine a Los Angeles. Qui costruì chitarre e ukulele dal 1912 al 1937. Tramite la moglie, venne a conoscenza di una chitarra hawaiana realizzata dal norvegese Chris Knutsen, anch’egli emigrato negli Stati Uniti. Ispirandosi a questa, creò la Weissenborn, come la conosciamo oggi, caratterizzata da un manico cavo. La Weissenborn è stata ed è tuttora utilizzata da musicisti famosi come Jerry Douglas, Ben Harper o David Gilmour. Nonostante il suo grande sound, la Weissenborn è uno strumento piuttosto di nicchia. Per questo motivo oggi viene costruita principalmente da piccoli artigiani ed è quindi piuttosto costosa. Tuttavia, esistono anche versioni economiche prodotte in Oriente, come questa Gold Tone GT-WB Weissenborn.

Dettagli del modello Gold Tone GT-WB Weissenborn

Gold Tone ha attualmente in programma due modelli Weissenborn. Oltre a questa GT-WB Weissenborn, che al momento costa poco meno di 600 euro, c’è anche una versione molto più costosa che è la Gold Tone SM+ Weissenborn, attualmente disponibile a oltre 1000 euro. Il top, il fondo, le fasce e il manico del nostro modello di prova sono realizzati in legno Sapele laminato. Inoltre, la chitarra è piacevolmente leggera (1,6 kg) grazie alla sua speciale costruzione. La tastiera è in noce e il ponte in blackwood. La lunghezza della scala misura 629 mm e la larghezza del capotasto è di 49,2 mm. Come già detto, il design della GT-WB Weissenborn è piuttosto semplice. Anche se la lavorazione generale sembra solida, il binding presenta uno sgradevole sbiadimento, che rovina un po’ la prima impressione. Stranamente, in fabbrica le corde più alte e quelle più basse sono state avvolte in direzioni opposte sul meccanismo di accordatura. Sebbene questo impedisca alle corde di muoversi dietro il capotasto, nella pratica è molto scomodo, perché intuitivamente si gira sempre nella direzione sbagliata durante l’accordatura. La Gold Tone GT-WB Weissenborn viene fornita con una semplice custodia.

Come accordare la Weissenborn

Per una prova pratica, accordo la chitarra in Open D (DADF#AD). Sono possibili anche accordature alternative come Open G (DGDGBD). Tuttavia, il produttore segnala separatamente sul suo sito web che è necessario evitare accordature più alte come quella in E (EBEG#BE) o quella in Dobro-G (GBDGBD), poiché lo strumento può essere danneggiato da una maggiore tensione delle corde.

Se desiderate ampliare i vostri orizzonti chitarristici, dovreste assolutamente provare una Weissenborn.

Prima impressione del sound della Gold Tone GT-WB Weissenborn

Quando ho suonato la Weissenborn per la prima volta, ne sono rimasto subito entusiasta. Se avete già suonato una lap steel o una Dobro a manico quadro, la Weissenborn si dimostra un’aggiunta creativa che può portare un ulteriore colore musicale alla vostra collezione di chitarre. Naturalmente, c’è ancora un certo margine di miglioramento per quanto riguarda lo sviluppo del suono. Ciononostante, la Gold Tone GT-WB Weissenborn si rivela un ingresso a prezzo ragionevole nel mondo delle chitarre Weissenborn, che potrete sicuramente apprezzare per un lungo periodo.

Registrazioni con la Gold Tone GT-WB Weissenborn

Per le registrazioni della Weissenborn ho posizionato un Neumann TLM 103 davanti allo strumento. Inoltre, è stato utilizzato un Beard Wave Capo, con il quale è possibile ascoltare lo strumento non solo in Open D, ma anche in Open E e Open F. Buon ascolto!

0:00
0:00
Gold Tone GT-WB – Prova 1
Gold Tone GT-WB – Prova 2
Gold Tone GT-WB – Prova 3
Gold Tone GT-WB – Prova 4

Nel test, la Gold Tone GT-WB Weissenborn si dimostra un ottimo strumento per entrare nel mondo delle chitarre Weissenborn. Lo strumento trasmette il tipico fascino timbrico di questo particolare metodo costruttivo a un prezzo molto contenuto. Solo la lavorazione sgradevole del binding rovina leggermente l’impressione altrimenti positiva. Se volete ampliare i vostri orizzonti chitarristici, dovete assolutamente provare una Weissenborn.

Nel test, la Gold Tone GT-WB Weissenborn si dimostra un ottimo strumento per entrare nel mondo delle chitarre Weissenborn
Gold Tone GT-WB Weissenborn

Gold Tone GT-WB Weissenborn

Valutazione dei clienti:
(2)

Specifiche tecniche:

  • Costruttore: Gold Tone
  • Modello: GT-WB Weissenborn
  • Tipo: chitarra Weissenborn
  • Paese di origine: Cina
  • Corpo: Sapele
  • Tastiera: Noce
  • Lunghezza scala: 629 mm
  • Larghezza del capotasto: 49,2 mm
  • Meccaniche: aperte, cromate
  • Peso: 1,6 kg
  • Accessori: custodia
  • Prezzo al pubblico: 599,00 Euro (giugno 2023)

*Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Emanuele Pellegrino
Ultime pubblicazioni di Emanuele Pellegrino (vedi tutte)