L’Harley Benton FRFR-112A è una cassa monitor full-range del marchio Thomann, dotata di caratteristiche speciali per l’amplificazione di amp modelers o amp profilers sul palco. Secondo il produttore, è dotata di una risposta in frequenza lineare, implementata da uno speaker da 12″ e da un tweeter da 1″.

Foto del prodotto per Remise 3 Medienservice Agentur GmbH
Foto del prodotto per Remise 3 Medienservice Agentur GmbH

L’amplificazione è affidata a un amplificatore classe D DSP-controlled. Si possono inoltre effettuare vari interventi sul suono  con un equalizzatore e simulazioni di speaker per chitarra. Il tutto viene offerto al modico prezzo di poco più di 260 euro. Per conoscere le performance sonore dell’FRFR-112A e valutare se sia adatto o meno come monitor da utilizzare sul palco, vi invitiamo a proseguire nella lettura.

Dettagli

La struttura

L’FRFR-112A si presenta in un corpo di plastica nera con un peso di 14,6 kg, un valore moderato per uno speaker attivo full-range con dimensioni di 357 x 365 x 610 mm (L x P x A). Anche il trasporto non presenta problemi, poiché le tre maniglie arrotondate consentono un trasporto agevole anche su lunghe distanze.

L’FRFR-112A può essere posizionato in diverse modi: in verticale sul pavimento, con quattro piedini in gomma che garantiscono una presa antiscivolo; trasversalmente di fronte a voi, con il tweeter posizionato sul lato sinistro; o sollevato su un supporto per casse, grazie alla flangia apposita presente sul fondo.

Entrambi gli altoparlanti sono protetti da una robusta griglia sulla parte anteriore e, allo stesso tempo, il resto del corpo dell’altoparlante trasmette una sensazione di robustezza e solidità. All’interno è presente uno speaker da 12″ Custom Voiced full range, responsabile della gamma di frequenze medie e basse, mentre per la trasmissione delle alte frequenze è presente un tweeter da 1″. L’amplificatore integrato DSP-controlled eroga una potenza di 300 watt RMS e fino a 1200 watt. La pressione sonora misurata dal produttore è di 134 dB e la risposta in frequenza specificata è da 48 Hz a 19 kHz (-3dB).

Il pannello posteriore dell’Harley Benton FRFR-112A

Sul retro si trova il pannello con gli ingressi e le uscite. L’FRFR-112A dispone di due ingressi separati XLR regolabili in termini di volume. È quindi possibile utilizzare uno stereo modeler, o segnali separati come chitarra e microfono o chitarra e player quando ci si esercita a casa. È presente anche un’uscita (XLR maschio) che emette il segnale misto di entrambi gli ingressi in mono.

I controlli

Il volume complessivo è controllato dal potenziometro master, che aziona anche le varie funzioni del DSP control. Accanto alla manopola master si trova un display che mostra le impostazioni del finale di potenza che possono essere modificate. Premendo la manopola master si attiva la modalità di modifica del DSP control e si accede a varie funzioni.

Innanzitutto, c’è il simulatore di speaker integrato, che permette di richiamare tre diverse simulazioni di speaker per chitarra, etichettate come Sim 1, 2 e 3. Se si imposta il valore “off”, la simulazione è disattivata. Inoltre, è presente un equalizzatore che offre tre ulteriori modalità: PA, Guitar 1 e Guitar 2. Le bande di frequenza dell’equalizzatore sono adattate alle aree di applicazione corrispondenti.

Quindi, il mixer ha un’equalizzazione a tre bande (bassi, medi, alti), mentre Guitar 1 ha tre bande impostate sulle frequenze di 300 Hz, 800 Hz e 2,4 kHz, Guitar 2 è ancora più regolabile dettagliatamente con le frequenze centrali di 200 Hz, 400 Hz, 800 Hz, 1,6 kHz, 3,2 kHz e 6,4 kHz.

La prova

Per la prova pratica, ecco il setup che ho utilizzato: ho collegato il mio Kemper Profiler direttamente all’FRFR-112A tramite il monitor output. L’equalizzazione è flat, in modo da avere la possibilità di confronto diretto con le altre casse e con il suono di riferimento delle casse monitor (Genelec 8050A). Ho poi testato il FRFR-112A con diversi profili di amplificatori e chitarre.

In effetti, avrei preferito fornirvi un file audio di confronto diretto, ma purtroppo non è possibile catturare adeguatamente il confronto tra i suoni a causa dei diversi design degli altoparlanti, anche utilizzando un microfono simile. Pertanto, mi limiterò a descrivere i risultati ottenuti personalmente. Sono stati utilizzati vari amplificatori (Fender, Friedman, Divided by 13, Dumble, Vox, Marshall, Mesa Boogie) della gamma di Michael Britt, BM Profiles etc.

Risposta in frequenza: confronto con gli Studio-Speaker

Ho testato il FRFR-112A con un’impostazione di equalizzazione neutra e senza lo speaker simulation. In termini di risposta in frequenza, non ci sono stati grossi sbalzi, il suono è ragionevolmente lineare, e ha i bassi leggermente più forti rispetto alle altre frequenze. Naturalmente, questo dipende anche dal posizionamento, se lo speaker è appoggiato sul pavimento o in piedi, perché a seconda di questo, si ottiene un aumento o una riduzione delle frequenze basse; ma questo è normale e può essere regolato, se necessario, in modo molto preciso con l’equalizzatore.

Riproduzione del suono di diversi amplificatori

In generale, l’Harley Benton FRFR-112A può suonare bene con diversi tipi di amplificatori. Che si tratti di suoni in stile vintage o di suoni moderni high-gain, a mio parere non ci sono suoni che performano particolarmente meglio o peggio. Ascoltando molto attentamente, la qualità del suono non è ovviamente così elevata come quella di alcuni prodotti simili, per i quali, tuttavia, vengono richiesti prezzi significativamente più alti. Da un lato, questo si nota nella riproduzione degli alti, in cui i profili Fender o Vox semplicemente non suonano così perfetti come fanno di solito.

La gamma dei bassi è poco definita, mentre i medi inferiori sono abbastanza presenti. Questa situazione porta ad un suono corposo a basso volume, che è il famoso “feel-good sound” che si ricerca e  quando si suona tranquillamente da soli. Tuttavia, a volumi più alti, il suono diventa meno nitido. In queste circostanze, mancano le frequenze medio-alte che sarebbero necessarie per ottenere un suono più deciso.

Foto del prodotto per Remise 3 Medienservice Agentur GmbH
Foto del prodotto per Remise 3 Medienservice Agentur GmbH

Il suono con chitarra acustica

In prima istanza si può dire che funziona bene con chitarre acustiche, ma anche qui gli alti non sono così fini e definiti. Come per il suono della chitarra elettrica, si può lavorare bene con questo prodotto, ma manca una certa pulizia nella trasmissione del suono. Naturalmente, è qui che il prezzo si fa sentire, perché non ci si può e non ci si deve aspettare miracoli sonori per poco più di 250 euro. 

Volume – Resa sonora

Il volume è decisamente adatto al palco, soprattutto se si ha la cassa ad angolo sul pavimento davanti a sé. Da sottolinearsi che è però necessario posizionarsi nell’angolo di emissione ottimale, perché se ci si allontana, il suono diminuisce di volume e di definizione. Questo comunque non è uno svantaggio, perché in questo modo si può ottenere un buon monitor per se stessi senza che il resto della band venga disturbato. Il rumore è relativamente basso.

Speaker Simulation

Per utilizzare la speaker simulation dell’FRFR-112A, è consigliato disattivarla nel modeler per l’uscita monitor, in quanto l’utilizzo di due simulazioni in serie può compromettere la qualità del suono. Se utilizzate un modeler che dispone di un’uscita separata con una simulazione dello speaker che può essere disattivata, provateci, perché è possibile lavorare bene con la simulazione integrata nel FRFR-112A.

Con la simulazione attivata, il suono diventa un po’ più diretto e ho avuto l’impressione che i problemi presentati in precedenza si riducessero. Gli alti e i medio-alti sono più presenti, mentre i bassi e le frequenze medio-basse sono ridotti: questo si traduce con un suono un meno corposo rispetto al suono flat, ma, allo stesso tempo, in una migliore performance quando si suona con una band. Questo è chiaramente un vantaggio.

Conclusioni

Tenendo conto del prezzo contenuto, l’Harley Benton FRFR-112A fa un buon lavoro sul palco. Esso è posizionabile in vari modi, è ben progettato e un volume ragionevole per offrire un’ottima performance dal palco. Dal punto di vista sonoro, ovviamente, non ci si può aspettare un suono troppo raffinato a questo prezzo. La gamma bassa è un po’ indefinita e gli alti degli amplificatori Fender o Vox non sono così presenti.

A questo proposito, rimane la possibilità di regolare l’equalizzazione con il DSP. Lo speaker simulation è un’ottima sorpresa, e può essere utilizzata per creare un suono più deciso sul il palco. In questo modo, il suono diventa più diretto e pulito, riuscendo ad affermarsi meglio in un contesto di band. In conclusione, se non volete spendere troppo e siete disposti ad accettare qualche compromesso sonoro, allora dovreste provare l’FRFR-112A.

Harley Benton FRFR-112A Guitar DSP Monitor

Harley Benton FRFR-112A Guitar DSP Monitor

Valutazione dei clienti:
(93)
Foto del prodotto per Remise 3 Medienservice Agentur GmbH
Foto del prodotto per Remise 3 Medienservice Agentur GmbH

Specifiche Tecniche:

  • Produttore: Harley Benton
  • Modello: FRFR-112A
  • Tipo: cassa attiva full-range
  • Paese di produzione: Cina
  • Potenza di uscita: 300 Watt (RMS), 1200 Watt (picco)
  • Risposta in frequenza: 48 Hz – 19 kHz (-3dB)
  • Altoparlanti: 12″ (bassi), tweeter da 1″.
  • Collegamenti: Ingresso 1, Ingresso 2 (jack/XLR combo), Uscita (XLR maschio)
  • Controlli: Master Volume, Volume 1, Volume 2
  • Dimensioni: 357 x 365 x 610 mm (L x P x A)
  • Peso: 14,6 kg
  • Prezzo: 269,00 euro (Giugno 2023)

* Questo post contiene link e/o widget di affiliazione. Quando acquistate un prodotto tramite il nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Redazione