La chitarra acustica dreadnought Epiphone J-45 è ispirata in ogni dettaglio alla famosa Gibson J-45, che è stata utilizzata per impreziosire molte incisioni leggendarie nel corso dei decenni. 

La Epiphone J-45, dal prezzo nettamente inferiore, fa parte dell’attuale serie Inspired by Gibson del produttore, che si basa ancor più del solito ai modelli della casa madre.

Epiphone Inspired by Gibson J-45

Il modello vide la luce per la prima volta nel 1942 e fu commercializzato da Gibson con il suo aspetto un po’ più semplice come cavallo di battaglia tra le chitarre acustiche. La Epiphone J-45 è dotata di un pickup piezoelettrico aggiuntivo e, a prima vista, emana il fascino della sua progenitrice. In che misura la versione significativamente più economica emuli il suono della J-45 sarà chiarito nella prova di oggi.

Stai visualizzando un contenuto segnaposto da Youtube. Per accedere al contenuto effettivo, clicca sul pulsante sottostante. Si prega di notare che in questo modo si condividono i dati con provider di terze parti.

Ulteriori informazioni

La storia

La Gibson J-45 sostituì l’economica J-35 nel 1942 e fu un’altra interpretazione della dreadnought, originariamente sviluppata da Martin Guitars e tuttora considerata il design più popolare tra le chitarre acustiche flat-top. Il design della J-45 era piuttosto semplice e si basava su un top in abete rosso in combinazione con fondo e fasce in mogano. La caratteristica tipica della Gibson J-45 sono le spalle arrotondate, in contrasto con le dreadnought Martin, motivo per cui la J-45 viene anche chiamata “round shouldered” o “sloped shouldered dreadnought”.

Alla fine degli anni ’60, Gibson introdusse una versione modificata con corpo Square Shouldered Dreadnought, che aveva anche una lunghezza di scala maggiore (25,5″). Negli anni ’80, la versione originale riapparve brevemente nel catalogo del produttore come J-45 Celebrity. Alla fine degli anni ’90, Gibson ritornò finalmente alle origini del modello J-45. Tuttora la J-45 è considerata la chitarra acustica più diffusa e di maggior successo di Gibson. Nel corso degli anni, anche la consociata di Gibson, Epiphone, ha offerto versioni più economiche di questo classico.

Dotazione alla consegna

La Epiphone J-45 viene consegnata in una scatola di cartone senza custodia o borsa. In dotazione c’è anche un inserto in gomma per la buca, che può valere il suo peso in oro quando c’è un forte feedback sul palco. Opzionalmente, è possibile acquistare una custodia coordinata per la chitarra. La prima impressione è che la chitarra sia molto ben fatta. Tra l’altro, questo modello è disponibile anche come J-45 EC con cutaway.

Il Corpo

La Epiphone J-45 è realizzata interamente in legno massello ed è fedele all’originale anche sotto questo aspetto. Il top è in abete rosso, mentre il fondo e le fasce sono in mogano. Anche il bracing della chitarra è in abete rosso. Questo modello è disponibile esclusivamente con una finitura Aged Vintage Sunburst Gloss, che ha un aspetto assolutamente affascinante e in qualche modo retrò. Un battipenna piuttosto spesso, ma comunque semplice, protegge il corpo dai segni delle plettrate e un binding color crema sui bordi del corpo e intorno alla buca completa il design essenziale del corpo. Le corde partono da un ponte in alloro, che ospita un intarsio in osso, sotto il quale si trova anche l’elemento piezo del sistema di pick-up.

Il manico

Il manico in mogano presenta un profilo a C arrotondato ed è dotato di una tastiera in alloro che ospita semplici intarsi a punti che esaltano il look sobrio di questa acustica. La versione Epiphone si differenzia dall’originale, che ha una tastiera in palissandro. La lunghezza della scala è di 628 mm (24,72″), mentre il raggio della tastiera è di 12,01″. Inoltre, la tastiera ospita 20 tasti medium jumbo che sono stati arrotondati in modo netto ai bordi. Il capotasto in osso con una larghezza di 43 mm guida le corde alle meccaniche nichelate in stile vintage. Anche il design della paletta, detto Kalamazoo anni ’60, si ispira ai modelli Epiphone precedenti ed è una caratteristica fondamentale della nuova serie Inspired by Gibson di Epiphone.

Come la Epiphone Masterbilt Excellente, la J-45 è dotata di un sistema di preamplificazione piezoelettrico Fishman Sonitone, regolato sopra la buca  con un potenziometro del volume e uno dei toni, che non dà nell’occhio. L’uscita si trova, come di consueto, nel perno del cinturino sulla base del corpo.

Anche questa dreadnought, in generale, sembra piuttosto ingombrante all’inizio a causa del suo corpo, ma trovo che sia molto comoda da suonare da seduti. Naturalmente, dipende sempre dalla propria statura. Con i primi accordi, ho immediatamente la sensazione di ritrovare una vecchia conoscenza. La tipica risposta secca, definita e legnosa dei bassi dell’originale è stata ben riprodotta, anche se il nostro modello di prova potrebbe ancora risultare un po’ più vivace sotto la lente d’ingrandimento.

Tuttavia, nel fare questa valutazione bisogna tenere conto anche del prezzo. Il profilo a C rotondo del manico si appoggia in modo piacevole e discreto alla mano e l’azione delle corde consente una buona suonabilità, anche se forse potrebbe essere un po’ più piatta per i gusti di alcuni musicisti. Questa impostazione di fabbrica è comunque tipica delle chitarre acustiche con corde in acciaio e ha il vantaggio che la chitarra non tende a “friggere”. Dalla fabbrica, la Epiphone J-45 viene fornita con corde Gibson Phosphor Bronze, che si adattano bene allo strumento in termini di suono, ma nel caso delle corde dei bassi, si attaccano un po’ di più alle dita, il che può accentuare gli errori di esecuzione in modo più evidente.

Anche se i tasti si presentano con bordi impeccabilmente arrotondati, purtroppo, come spesso accade in questa fascia di prezzo, questi non sono stati lucidati a dovere. Questo è molto evidente e anche un po’ fastidioso quando si suona. Sul banco di lavoro di un liutaio, questa impurità può essere rapidamente rimediata, ma naturalmente sarebbe auspicabile che lo strumento potesse fare a meno della finitura. Per le registrazioni di oggi, è stato posizionato un microfono Neumann TLM 103 davanti alla chitarra, all’altezza del 12° tasto. Nella maggior parte dei casi ho registrato anche il pickup. Iniziamo con un tipico mix di flatpicking e strumming, che è la specialità di questo modello. 

0:00
0:00
J-45 Flatpicking (microfono)

La mia impressione iniziale è confermata anche davanti al microfono. Il suono degli alti è tiepido e un po’ smorzato. I bassi suonano massicci e sempre definiti. Non sorprende che questa dreadnought si mostri particolarmente adatta all’esecuzione con il plettro. Nell’esecuzione di melodie solistiche, invece, la chitarra è un po’ debole, ma questo può essere molto affascinante ed è tipico del suono classico del flatpicking. Ascoltiamo ora un esempio di strumming, in cui si ha anche una prima prova del sistema di pick-up. Ho chiuso un po’ il timbro attraverso il controllo di tono qui. 

0:00
0:00
Strumming sulla J-45 (microfono)
Strumming sulla J-45 (Pickup)
La Epiphone J-45 presenta le caratteristiche sonore tipiche della sua progenitrice

Come nel caso della Epiphone Excellentem, il sistema di pickup piezoelettrico fa una buona impressione e riproduce le singole corde in modo uniforme, ma naturalmente non può competere con il suono acustico dello strumento. D’altra parte, può essere molto utile come complemento al segnale del microfono, soprattutto quando si suona il fingerpicking, e il suo carattere compresso conferisce al segnale una certa stabilità, come si può sentire nell’esempio seguente. 

0:00
0:00
J-45 Fingerpicking (microfono e pickup)

Di seguito è riportato un esempio di dissolvenza del tono del pickup, utile se si vuole ammorbidire un po’ il segnale del piezo. A questo scopo, nell’esempio audio, aumento la dissolvenza del tono in due fasi. 

0:00
0:00
controllo del tono del pickup

Per un’impressione più completa, ascoltiamo infine la chitarra in altri due generi. Suonare con il plettro risulta molto divertente. 

0:00
0:00
J-45 Blues Picking (Microfono)
Strumming (microfono)

L’Epiphone Inspired by Gibson J-45 è un remake dal prezzo interessante e dall’aspetto autentico della leggendaria dreadnought Gibson, che porta con sé anche i tratti sonori tipici del suo modello. La nuova edizione si distingue anche per la piacevole suonabilità e per il suo robusto sistema di pick-up piezoelettrico che ne consente l’uso diretto sul palco e, grazie all’inserto nella buca, non deve temere problemi di feedback. I musicisti con un budget un po’ più limitato che cercano una chitarra nello stile della famosa Sloped Shouldered Dreadnought potrebbero trovare qui quello che cercano. 

Epiphone J-45 AVS

Epiphone J-45 AVS

Valutazione dei clienti:
(11)
La Epiphone Inspired by Gibson J-45 è piacevole da suonare e offre le caratteristiche sonore tipiche del modello Gibson

Specifiche tecniche

  • Costruttore: Epiphone
  • Serie: Inspired by Gibson
  • Modello: J-45
  • Tipo: Dreadnought “sloped shouldered” 
  • Paese di origine: Indonesia
  • Finitura: Vintage Sunburst invecchiato lucido
  • Top: abete rosso 
  • Fondo e fasce: mogano
  • Intarsio del ponte: mogano
  • Manico: mogano
  • Tastiera: alloro 
  • Capotasto: osso
  • Larghezza del capotasto 43 mm
  • Profilo del manico: C arrotondato
  • Tasti: 20 tasti medium jumbo
  • Lunghezza scala: 24,72″ / 628 mm
  • Pickup: pickup piezoelettrico Fishman Sonicore/preamplificatore Fishman Sonitone
  • Controlli: 1 volume, 1 tono
  • Meccaniche: nichelate
  • Peso: 2,3 kg
  • Accessori: inserto per la buca (in dotazione)
  • Prezzo al pubblico: 695,00 Euro (marzo 2023)

*Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Emanuele Pellegrino