Il Positive Grid Spark 40 è la versione da 40 watt degli amplificatori per la pratica Spark ed è pronto per essere testato. L’amplificatore ha un formato compatto, può essere appoggiato sul tavolo e offre un’ampia gamma di suoni ed effetti di modellazione. Tutto questo può essere controllato anche tramite smartphone o tablet con l’applicazione gratuita Spark, che fornisce anche numerose tracce di accompagnamento. Se necessario, lo Spark 40 può anche riprodurre musica da smartphone o tablet. Scoprite subito cos’altro può fare questo piccolo strumento tuttofare.

Positive Grid Spark 40 – in breve

  • Amplificatore per chitarra, basso e chitarra acustica
  • 40 watt di potenza – 2 diffusori da 4″ progettati su misura
  • Controllabile tramite l’app Spark su smartphone e tablet
  • Modellazione di amplificatori ed effetti
  • Funzione Smart Jam e auto chord per jamming con tracce di accompagnamento

Alloggiamento e aspetto del Positive Grid Spark 40

Lo Spark 40 si presenta in un formato orizzontale compatto di 355 x 185 x 197 mm (L x P x A) e pesa 5 kg. Si tratta di un “amplificatore da tavolo”, che va posizionato leggermente più in alto, di solito su un tavolo o una mensola. In questo modo non è utilizzabile solo come amplificatore per chitarra e basso, ma anche come dispositivo di riproduzione di dati audio da smartphone o tablet. Questi ultimi sono collegati via Bluetooth e contengono anche il centro di controllo dello Spark 40, ma l’amplificatore stesso ha anche diverse opzioni di controllo per regolare direttamente il suono della chitarra, il che lo distingue chiaramente dalle versioni più piccole Spark Mini e Spark Go. L’amplificatore si presenta in una veste in Tolex nero con un pannello di controllo accessibile dall’alto.

Ci sono dieci grandi controlli per il suono della chitarra, un piccolo controllo per i file musicali in riproduzione e vari pulsanti per salvare e richiamare i preset. In questo modo si è un po’ più indipendenti dall’applicazione Spark quando si effettuano regolazioni approssimative dei suoni. Anche il collegamento per la chitarra e l’uscita Phones/Line Out (mini jack) sono integrati nel pannello di controllo. Altre connessioni si trovano sul retro. Sono presenti un ingresso aux-in in formato mini-jack e una porta USB-B per il collegamento a un computer, oltre alla presa per l’alimentatore in dotazione. L’amplificatore è dotato di un amplificatore di potenza in Classe D da 40 watt che alimenta due diffusori da 4 pollici progettati su misura. Per l’uso domestico, questo amplificatore è decisamente adeguato.

Il pannello di controllo del Positive Grid Spark 40

Lo Spark 40 presenta le consuete opzioni di controllo di un amplificatore per chitarra a modellazione. Il tipo di amplificatore viene selezionato all’estrema sinistra tramite un potenziometro a griglia, mentre le altre impostazioni riguardano il gain, i bassi, i medi, gli alti e il controllo del volume master. Per quanto riguarda gli effetti, ci sono tre potenziometri – Mod, Delay e Reverb – per impostare il rispettivo componente dell’effetto; le regolazioni di precisione vengono effettuate nell’app Spark. Il controllo di uscita determina il volume complessivo dello Spark 40. Nella seconda fila sono presenti quattro pulsanti di preset per richiamare e salvare le impostazioni predefinite e un pulsante tap che può essere utilizzato per controllare il tempo degli effetti basati sul tempo. Il volume delle basi musicali o dei segnali audio provenienti dallo smartphone/tablet si regola con il piccolo controllo Music Volume.

Positive Grid Spark 40 – funzionamento con l’app Spark

Se si desidera effettuare impostazioni audio più accurate, è consigliabile utilizzare l’applicazione Spark, che può essere scaricata gratuitamente dall’app store di riferimento. Per prima cosa collegate lo smartphone/tablet allo Spark 40 tramite Bluetooth e poi avviate l’app. La connessione funziona senza problemi e poi ci sono varie opzioni per impostare il suono ed esercitarsi.

Le tre aree principali Guitar, Music e Video possono essere selezionate utilizzando l’icona corrispondente nella parte inferiore dell’app. In Guitar viene visualizzata la catena del segnale e toccando si seleziona un modulo, che può essere personalizzato di conseguenza. Ci sono tre moduli di effetti davanti all’amplificatore e tre dietro, ciascuno con le seguenti assegnazioni: Gate – Comp/Wah – Drive – Amp – MOD/EQ – Delay – Reverb.

Toccando due volte un modulo, appare il menu di selezione e si seleziona l’amplificatore o l’effetto desiderato. Questo appare poi nella finestra e i suoi parametri possono essere modificati tramite i controlli. Non appena si “tocca” qualcosa, il valore del rispettivo parametro viene visualizzato di nuovo come un grande numero, il che facilita la messa a punto: l’applicazione può essere certificata come dotata di un concetto operativo ottimale.

I suoni preset possono essere salvati nell’app o in una delle quattro posizioni di memoria dell’amplificatore, per poi essere selezionati tramite il controllo dei preset. Music offre un’ampia selezione di video e tracce musicali. Il display è basato su quello delle app di streaming, quindi è un’immagine abbastanza familiare per la maggior parte di noi. Sotto Smart Jam si trovano brani specifici per jam con accompagnamento di batteria e basso e un ampio elenco di video con tracce di accompagnamento organizzate secondo stili musicali specifici, di solito video YouTube incorporati.

La particolarità dell’applicazione è che gli accordi vengono visualizzati durante la riproduzione dei video. È possibile variare il tempo di riproduzione del video e attivare dei loop per esercitarsi su determinati passaggi. Il suono corrispondente per suonare insieme può essere scaricato sotto la voce Tones, quindi è davvero un’ottima cosa per fare jamming ed esercitarsi. Se volete registrare dei video, la fotocamera e il microfono del vostro smartphone/tablet sono disponibili nella sezione Video. Le registrazioni video possono essere avviate direttamente dall’app e i file vengono poi salvati nella libreria fotografica (ad esempio sull’iPad).

Il Positive Grid Spark 40 alla prova pratica

Per la prova pratica, ho collegato lo Spark 40 alla mia interfaccia audio (UA Apollo) tramite l’uscita Phones Out, per far sentire i suoni che si possono registrare con lo Spark 40.

I modelli di amplificatori del Positive Grid Spark 40

Le impostazioni complete di amplificatori ed effetti possono essere salvate nelle quattro posizioni di memoria. Per impostare questi suoni, selezionate prima un tipo di amplificatore specifico tramite il potenziometro a griglia. In questo esempio potete sentire i cinque modelli per chitarra elettrica, uno dopo l’altro.

0:00
0:00
Amplificatore Clean: Blackface Duo (Stratocaster)
Amplificatore Glassy: Two Stone (Telecaster)
Amplificatore Crunch: JM 45 (ES-335)
Amplificatore Hi-Gain: American High Gain (ES-335)
Amplificatore Metal: Insane (PRS Holcomb)
Il Positive Grid Spark 40 è una soluzione compatta per esercitarsi e suonare la chitarra o il basso a casa

Modelli di amplificatori ed effetti del Positive Grid Spark 40

Gli amplificatori suonano generalmente un po’ ovattati con i suoni precostituiti nell’app Spark tramite l’uscita Phones/Line Out, ma questo ha senso, in quanto il suono non sembra troppo aspro con alcune cuffie con una forte enfasi sugli alti. Nella versione base di Spark Mini sono disponibili 33 tipi di amplificatori per coprire la consueta gamma di suoni, dal pulito americano al crunch britannico e ai moderni suoni high gain. Se ciò non bastasse, è possibile scegliere pacchetti di amplificatori aggiuntivi all’interno dell’applicazione.

Non bisogna aspettarsi miracoli in termini di trasparenza, perché il suono può diventare un po’ fangoso con le impostazioni di gain più alte. Inoltre, alcuni suoni di distorsione hanno un carattere un po’ confuso attraverso gli altoparlanti, ma con un amplificatore a modellazione nel segmento di prezzo inferiore a 300 euro, naturalmente non ci si deve aspettare suoni da boutique. I suoni possono sicuramente essere utilizzati per esercitarsi e per le registrazioni demo. Gli effetti sono adeguati. Ci sono diversi modelli di ogni tipo di effetto, ma non ce ne sono di particolari, il che, a mio parere, ha perfettamente senso per un amplificatore da esercitazione. In totale sono disponibili 41 modelli di effetti diversi e, come per i modelli di amplificatori, la loro qualità è commisurata al prezzo.

0:00
0:00
Tweed Bass – Booster – Vintage Delay – Room Studio (Telecaster)
AC Boost – Room Studio (Telecaster)
Blackface Duo – Red Comp – Digital Chorus – Multi Head – Ambient Reverb (Stratocaster)
SLO 100 – Over Drive – Chamber (Les Paul)
BE 101 – Tube Drive – Digital Delay – Hall Natural (Les Paul)

Prova con il basso del Positive Grid Spark 40

Se si desidera utilizzare il Positive Grid Spark 40 con il basso, è sufficiente impostare il selettore di preselezione sulla posizione Bass e in un attimo si potrà godere di un suono di basso nell’impostazione di fabbrica del combo. Le altre sei posizioni del selettore rotante sono dotate di suoni di chitarra per diversi generi musicali, ma in linea di principio è possibile dotare tutte e sette le posizioni di suoni di basso creati dall’utente.

A tal fine è necessaria l’applicazione gratuita Spark, che offre anche l’accesso a tutti i modelli di amplificatori ed effetti e può quindi essere descritta come il fulcro del Positive Grid Spark 40. Potete leggere l’intera gamma di funzioni e la struttura del software nel paragrafo “funzionamento con l’app Spark”.

I modelli di amplificatore per basso del Positive Grid Spark 40

Oltre a numerosi amplificatori per chitarra, lo Spark 40 offre quattro repliche di famosi amplificatori per basso, che possono essere riconosciuti rapidamente dai loro nomi.

Sono disponibili i seguenti amplificatori:

Purtroppo, questa selezione non è particolarmente ampia e dimostra che il Positive Grid Spark 40 è stato progettato principalmente per l’uso con la chitarra. Per darvi un’idea del suono dei modelli, ho registrato ogni amplificatore utilizzando la funzione di interfaccia audio dello Spark 40 e Logic Pro X. Tutto quello che ho dovuto fare è stato collegare lo Spark 40 al mio computer tramite cavo USB e poi selezionarlo in Logic Pro X come sorgente di ingresso e uscita. La configurazione ha funzionato perfettamente e la qualità del suono dell’interfaccia è assolutamente buona. Non ho notato alcuna latenza nemmeno durante la registrazione: è così che dovrebbe essere!

0:00
0:00
Basso: RB 800 = Gallien Krüger 800RB
Basso: Hammer 500 = Aguilar Tone Hammer 500
Basso: W600 = Eden WTP600
Basso: Sunny 3000 = Sunn 300T

I modelli di amplificatori suonano assolutamente bene, anche se non riescono a tenere il passo con le repliche dei top model Neural DSP, Line 6 o IK Multimedia. Per le registrazioni demo, tuttavia, la qualità è davvero sufficiente e gli amplificatori suonano in modo piacevole in cuffia quando ci si esercita con calma.

Per regolare i suoni, il Positive Grid Spark 40 dispone di tre controlli EQ, che vengono utilizzati per azionare l’equalizzatore a tre bande del rispettivo modello di amplificatore. L’applicazione Spark non fornisce ulteriori impostazioni per gli amplificatori, ma a mio parere questo va benissimo per un combo da pratica: semplice ed efficace!

Preset ed effetti per basso di Positive Grid Spark 40

Se si naviga nella scheda dei preset per basso dell’applicazione Spark, si trovano solo due suoni già pronti. Certo, è un po’ poco, ma il ToneCloud di Positive Grid, a cui si può accedere dopo aver creato un account, può essere d’aiuto. Qui troverete alcuni altri preset di Positive Grid e molti suoni creati e caricati da altri utenti. I preset contengono solitamente uno o più effetti della vasta selezione di effetti virtuali offerti dal combo (41 in totale).

Tuttavia, quando si tratta di effetti speciali per il basso, le cose sembrano di nuovo piuttosto scarse. Ho trovato solo un compressore per basso, un equalizzatore per basso e il Bass Muff, che è ovviamente una replica dell’unità di distorsione Electro Harmonix. Questo non è un male, perché tutti i distorsori, gli effetti di modulazione, i delay e i riverberi possono essere utilizzati senza problemi anche con il basso e offrono risultati discreti. Sul combo stesso sono presenti i controlli per la modulazione, il delay e il riverbero, che possono essere utilizzati per regolare l’intensità dei rispettivi effetti.

Di seguito potete ascoltare alcuni preset di Positive Grid e infine due suoni che ho creato io stesso – tutti registrati con la funzione di interfaccia audio dello Spark 40.

0:00
0:00
Preset per basso: Punchy Chorus
Preset per basso: Modern Bass
Preset per basso: 1966
Preset per basso: Slap Rock Funk
Preset per basso: Compressor
Preset per basso: Bass Driver
Preset per basso: Compressor, Vibe & Reverb
Preset per basso: Tube Screamer

Ecco come suona il Positive Grid Spark 40 attraverso i diffusori integrati

Abbiamo sentito come suonano lo Spark 40 e i modelli di amplificatori ed effetti registrati – ma come suonano i suoni attraverso i piccoli diffusori del combo? La fisica pone inevitabilmente dei limiti, per cui lo Spark 40 non è in grado di riprodurre i bassi veri e propri per un suono ricco e rotondo.

I medi bassi tendono a dominare la scena e alcuni suoni risultano quindi un po’ “inscatolati”. Se si aggiunge una riproduzione tramite audio Bluetooth o aux-in, il suono può diventare piuttosto denso. Nel complesso, esercitarsi con il Positive Grid Spark 40 è molto divertente, anche per lunghi periodi di tempo, anche se si deve fare a meno delle frequenze basse che riempiono la stanza.

Per darvi un’idea del suono del diffusore, ho semplicemente posizionato un microfono Apogee a circa 15 cm di fronte al combo e ho registrato tre suoni diversi:

0:00
0:00
Diffusori per basso: EQ neutrale
Diffusori per basso: Compressore
Diffusori per basso: Bass Driver

Chitarra

Il Positive Grid Spark 40 è un amplificatore compatto per esercitarsi e fare jamming a casa e offre anche un buon suono di chitarra. In termini di trasparenza sonora, tuttavia, ha i suoi limiti, ma questo è dovuto al prezzo. Elementi standard come la risposta al potenziometro del volume della chitarra per l’equalizzazione e la risposta all’attacco della chitarra funzionano bene. L’applicazione Spark come centro di regolazione e controllo, la selezione di tracce di accompagnamento con visualizzazione degli accordi, le possibilità di utilizzo dello Spark 40 come lettore musicale Bluetooth e varie altre caratteristiche rendono l’amplificatore un combo per esercitarsi a tutto tondo ben congegnato e intelligente con un grande potenziale.

Basso

Le caratteristiche del Positive Grid Spark 40 mostrano già che è stato progettato principalmente per la chitarra, ma il combo non sfigura nemmeno con il basso. I modelli di amplificatori suonano bene e i numerosi effetti possono essere utilizzati per creare una varietà di suoni diversi, il tutto con una qualità sonora davvero buona! L’applicazione Spark include anche numerose tracce di accompagnamento per divertenti jam session a casa. Naturalmente, il design compatto e i piccoli diffusori impongono di scendere a compromessi per quanto riguarda il suono, ma l’elegante combo offre un suono di basso discreto e trasparente che rende la pratica molto divertente.

Il Positive Grid Spark 40 offre una vasta gamma di amplificatori ed effetti ed è adatto anche alla riproduzione di musica
Positive Grid Spark 40 BK

Positive Grid Spark 40 BK

Valutazione dei clienti:
(15)

Specifiche Tecniche

  • Produttore: Positive Grid
  • Modello: Spark 40
  • Tipo: Amplificatore per chitarra con controllo tramite app via Bluetooth
  • Potenza di uscita: 40 Watt in classe D
  • Diffusori: 2x 4″ custom made
  • Controlli del pannello di controllo: Amp Type, Gain, Bass, Middle, Treble, Master, Mod, Delay, Reverb, Output, Music Volume
  • Connessioni del pannello di controllo: Ingresso, Phones/Line Out
  • Connessioni posteriori: Ingresso Aux, USB-B
  • Dimensioni: 355 x 185 x 197 mm (L x P x A)
  • Peso: 5 kg
  • Contenuto della confezione: Cinghia per il trasporto, cavo USB
  • Prezzo: 299,00 euro (marzo 2024)

* Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Riccardo Yuri Carlucci
Ultime pubblicazioni di Riccardo Yuri Carlucci (vedi tutte)