Con l’Universal Audio UAFX 1176 Studio Compressor, l’Orion Tape Echo e l’Heavenly Plate Reverb, il produttore americano di hardware e software ha aggiunto altri tre modelli alla sua gamma di prodotti UAFX. Non c’è bisogno di dire molto sul nome 1176, poiché si tratta del leggendario compressore da studio in formato pedale. Non meno importanti sono l’Orion Tape Echo, ispirato al Maestro Echoplex, e l’Heavenly Plate Reverb, che cattura il suono dell’UA Golden Reverberator.

Universal Audio UAFX 1176 Studio Compressor, Orion Tape Echo, Heavenly Plate Reverb in breve

  • 1176 Studio Compressor basato sull’Universal Audio 1176LN
  • Orion Tape Echo è basato sul Maestro Echoplex EP-III
  • Heavenly Plate Reverb è basato sul Golden Reverberator
  • True bypass e buffered bypass switchabili
  • Cinque potenziometri e tre modalità per pedale
  • Paese di produzione: Cina

Il case dell’1176 Studio Compressor, dell’Orion Tape Echo e dell’Heavenly Plate Reverb

Tutti e tre i pedali sono contenuti in un robusto case metallico di 121 x 65 x 58 mm (L x L x A). Come l’originale, l’1176 Studio Compressor è proposto in argento, mentre l’Orion Tape Echo brilla in blu e l’Heavenly Plate Reverb in oro metallizzato. I controlli sono situati sulla parte superiore sotto forma di cinque potenziometri e un interruttore a tre vie.

Sul fronte sono indicati l’ingresso e l’uscita in formato jack da 6,3 mm e l’ingresso per l’alimentatore opzionale, che deve fornire 9 volt e almeno 250 mA. Ogni pedale è inoltre dotato di due piccoli interruttori a scorrimento sulla parte anteriore, che hanno funzioni diverse a seconda del modello, come vedremo in seguito. La porta USB sul lato esterno sinistro serve a collegarsi a un Mac o a un PC per mantenere aggiornato il firmware. Oltre allo stato di funzionamento, il LED sulla parte anteriore del pedale indica anche il grado di compressione dell’1176 o la posizione degli interruttori frontali. La confezione include un manuale di avvio rapido, mentre una descrizione più dettagliata è disponibile sul sito web.

Comandi del UAFX 1176 Studio Compressor, dell’Orion Tape Echo e dell’Heavenly Plate Reverb

L’1176 Studio Compressor è dotato di un potenziometro del livello di ingresso e di uscita e la compressione è controllata in termini di attack, release e ratio. Il triplo interruttore centrale a levetta seleziona le tre modalità Single, Dual e Sustain. I due interruttori a scorrimento sul pannello frontale possono essere utilizzati per attivare la compressione parallela e passare dal true al buffered bypass.

L’Orion Tape Echo mette a disposizione dell’utente i controlli Delay, Mix, Feedback, Rec Level e Wonk, con quest’ultimo che determina il tipico rumore di fondo del nastro. Il potenziometro Delay consente valori di delay compresi tra 80 e 700 ms e il triplo interruttore determina lo stato di usura del nastro tra Mint, Worn e Old. I due interruttori a scorrimento sul frontale consentono di impostare il bypass, in base al quale la coda del delay può svanire solo dopo aver disattivato il pedale nello stato “Trails”. Qui è possibile attivare anche il suono del preamplificatore EP, che può essere utilizzato anche sul segnale dry a seconda dell’impostazione del bypass.

L’Heavenly Plate Reverb può essere controllato in Decay, Mix, Predelay EQ e Mod, con l’interruttore centrale che seleziona tre diversi riverberi plate. Gli interruttori sul fronte si occupano del bypass e della velocità a due stadi della modulazione.

Come vengono registrati i campioni audio della nostra recensione

Per i file audio, posiziono i pedali direttamente davanti a un Fender Bassman del ’73 e da lì nell’IR di un Celestion PreRola Greenback 4×12″. Per i suoni distorti, uso un Wampler Tumnus Overdrive. Le chitarre sono specificate in ogni esempio.

Come suona l’Universal Audio UAFX 1176 Studio Compressor

L’1176 Studio Compressor offre la tipica impostazione 1176 in modalità singola. In questa modalità è possibile fare di tutto, da una compressione sottile con un bel ispessimento del suono fino a suoni twang squashy. I controlli funzionano in modo molto sensibile e i tempi di attacco dell’1176 sono estremamente rapidi.

Il rapporto può essere regolato in sei livelli, con la prima impostazione che colora il suono ma non aggiunge alcuna compressione. Il controllo di uscita offre ottime opzioni per regolare il livello generale e persino per utilizzare il compressore come booster. La magia della doppia impostazione risiede soprattutto nella regolazione del potenziometro d’ingresso, che può essere utilizzato per ottenere suoni distorti davvero unici, che, in combinazione con un amplificatore crunch, offrono un’abbondante distorsione. Il suono di chitarra della canzone dei Led Zeppelin “Black Dog” è stato preso come riferimento. Naturalmente, vi mostrerò questa opzione anche nell’ultimo esempio sonoro.

Come suggerisce il nome, due compressori sono collegati in serie nell’impostazione dual e, a causa dell’elevato livello di gain del primo compressore, le modifiche ai controlli Attack, Release e Ratio sono piuttosto sensibili. Anche in modalità sustain vengono utilizzati due 1176, ma sono configurati per fornire la massima compressione. Sebbene il rumore di fondo aumenti in modo significativo, questa modalità è destinata ai suoni lead pieni e melodici nello stile di Gilmour. Se si cerca solo un compressore dal buon suono, l’1176 è ideale quando si utilizza l’impostazione single; le altre due modalità sono un po’ più specifiche ed è difficile ottenere suoni completamente puliti.

Nel complesso va detto che la versatilità del pedale è enorme. E il fatto che la doppia modalità offra anche un uso “off-label” come pedale di distorsione rende il pedale 1176 Studio Compressor ancora più versatile.

InputModeOutputAttackReleaseRatio
12:00Single12:0010:0011:001:8
0:00
0:00
UAFX 1176: Off/On – Mid Setting – Single Mode – Stratocaster
InputModeOutputAttackReleaseRatio
14:00Dual12:009:0011:001:4
0:00
0:00
UAFX 1176: Dual Mode – Les Paul
InputModeOutputAttackReleaseRatio
12:00Single12:009:0012:00Tutti
0:00
0:00
UAFX 1176: Sustain Mode – Stratocaster
InputModeOutputAttackReleaseRatio
12:00Single12:009:0012:00Tutti
0:00
0:00
UAFX 1176: Off/On – Ratio Check – Stratocaster
InputModeOutputAttackReleaseRatio
MaxDual15:0012:00Max1:12
0:00
0:00
UAFX 1176: Dual Mode Setting – Direttamente nella scheda audio – Les Paul

Come suona l’UAFX Orion Tape Echo

L’Orion Tape Echo offre un suono caldo e analogico di eco a nastro, mentre il suono intrinseco del preamplificatore EP simulato, quando è attivo, ispessisce e comprime leggermente il suono. Le opzioni di controllo sono scelte in modo sensato e le configurazioni dry/wet non costituiscono un problema grazie al controllo del mix. Il potenziometro Rec Level determina il volume del delay, ma il suono è anche significativamente più caldo, in modo tale che non ci sia nulla che intralci le code del delay. Il controllo Wonk aggiunge un po’ di atmosfera con il rumore di fondo del nastro e interagisce con l’interruttore Tape Age. L’effetto più forte si ottiene impostando l’interruttore del nastro su Old o Worn.

Con il preamplificatore attivato, l’Orion può essere utilizzato anche come booster EP “sempre attivo”, completamente privo di delay. In questo modo è possibile guarnire i suoni puliti e asciutti con la calda compressione del preamplificatore EP. Trovo questa mossa particolarmente riuscita, perché in senso stretto si tratta di due pedali in uno. In sostanza, si tratta di un grande pedale con un carattere e una colorazione propria, che permette di ottenere suoni di base molto versatili, dal suono pulito agli scuri delay vintage. Il delay funziona solo in mono, ma lo stesso vale per il celebre modello originale e soddisferà la maggior parte dei chitarristi che suonano con un solo amplificatore.

DelayTapeMixFeedbackWonkRec Level
11:00Mint13:0012:0012:0012:00
0:00
0:00
UAFX Orion Tape Echo:l Off/On – Mid Setting – Single Mode
DelayTapeMixFeedbackWonkRec Level
8:00Min12:008:009:0012:00
0:00
0:00
UAFX Orion Tape Echo: Tape Mint Slapback
DelayTapeMixFeedbackWonkRec Level
11:00Worn12:0013:0013:0012:00
0:00
0:00
UAFX Orion Tape Echo: Tape Worn
DelayTapeMixFeedbackWonkRec Level
11:00Old11:0015:0013:0014:00
0:00
0:00
UAFX Orion Tape Echo: Tape Old
DelayTapeMixFeedbackWonkRec Level
0:00
0:00
UAFX Orion Tape Echo: EP Booster Preamp Off/On – Les Paul

Come suona l’UAFX Heavenly Plate Reverb

Secondo il produttore, l’Heavenly Plate Reverb è stato progettato per simulare il suono dei vecchi riverberi plate da studio tedeschi degli anni Cinquanta. I tre tipi di piastra differiscono nel suono nonostante il DNA simile: l’impostazione A offre un riverbero plate squillante, l’impostazione B è leggermente più scura e l’impostazione C ha un suono più pieno e meno vintage.

Il controllo del decay determina in modo sensibile il tempo di decadimento, con la posizione più bassa del controllo che apre già uno spazio relativamente ampio. Con il pre-delay è possibile impostare un intervallo di tempo compreso tra 0 e 250 ms prima dell’inizio del segnale di riverbero. In questo modo è possibile, ad esempio, mantenere relativamente puliti gli inizi degli attacchi quando il picking è più intenso. L’equalizzatore consente di intervenire in modo delicato sulla gamma degli acuti della coda del riverbero, in modo da caratterizzare in modo più preciso il suono aspro del tipo di lastra.

Per conferire alla coda del riverbero una dimensione aggiuntiva, è presente anche una modulazione piacevolmente sottile, con l’impostazione del rate che offre impostazioni di partenza molto pratiche sia in modalità lenta che veloce. L’opzione di applicare un leggero effetto chorus al riverbero è ideale anche per gli utenti che trovano troppo invadente un pedale chorus standard e hanno bisogno solo di una leggera oscillazione del suono. A mio parere, anche in questo caso non c’è nulla di cui lamentarsi: l’Heavenly Plate Reverb offre un riverbero di alta qualità con molta trasparenza e opzioni di controllo versatili.

DecayPlateMixPredelayEQMod
12:001-312:0012:0012:009:00
0:00
0:00
UAFX Heavenly: Pedal Off/On – Mid Setting – Plate A, B e C
DecayPlateMixPredelayEQMod
MinA10:009:009:009:00
0:00
0:00
UAFX Heavenly: Short Reverb
DecayPlateMixPredelayEQMod
16:00C14:0014:0014:0013:00
0:00
0:00
UAFX Heavenly: Long Reverb
DecayPlateMixPredelayEQMod
14:00B11:009:0011:00Max
0:00
0:00
UAFX Heavenly: Modulation – Rate Slow/Fast
DecayPlateMixPredelayEQMod
15:00B11:009:00Min-MaxMin
0:00
0:00
UAFX Heavenly: EQ

Con l’1176 Studio Compressor, l’Orion Tape Echo e l’Heavenly Plate Reverb, Universal Audio offre tre pedali con un’ottima qualità sonora e una lavorazione impeccabile. Ciò che accomuna tutti i modelli è che, pur essendo strumenti caratteristici, coprono senza sforzo anche le applicazioni standard più semplici della vita quotidiana del chitarrista. In modalità single, l’1176 fa ciò che ci si aspetta da un compressore di buona qualità e offre anche due interessanti impostazioni alternative per gli amanti del particolare.

L’Heavenly Plate Reverb offre un’ottima simulazione di riverbero plate naturale e trasparente. La modulazione regolabile è un ottimo bonus e consente di creare pad dal suono più moderno. Il vincitore per me è sicuramente l’Orion Tape Echo: la combinazione di un delay dal suono caldo, che permette anche di regolare in modo flessibile l’usura del nastro, e l’emulazione del preamplificatore EP, che si può usare anche senza l’effetto eco, offre numerose possibilità di utilizzo sulla pedaliera.

Con l’1176 Studio Compressor, l’Orion Tape Echo e l’Heavenly Plate Reverb, Universal Audio offre tre pedali con un’ottima qualità sonora e una manifattura impeccabile
Universal Audio UAFX 1176 Studio Compressor

Universal Audio UAFX 1176 Studio Compressor

Valutazione dei clienti:
(10)
Universal Audio UAFX Heavenly Plate Reverb

Universal Audio UAFX Heavenly Plate Reverb

Valutazione dei clienti:
(5)
Universal Audio UAFX Orion Tape Echo

Universal Audio UAFX Orion Tape Echo

Valutazione dei clienti:
(5)

Specifiche Tecniche

  • Produttore: Universal Audio (UAFX)
  • Connessioni: Ingresso e uscita (jack da 6,3 mm ciascuno), ingresso alimentazione (9 V), USB
  • True Bypass: sì (commutabile)
  • Funzionamento a batteria: no
  • Consumo di energia: min. 250 mA
  • Dimensioni (L x L x A): 121 x 65 x 58 mm
  • Nome: 1176 Studio Compressor
  • Tipo: Compressore
  • Controlli: Ingresso, Uscita, Attacco, Rilascio, Rapporto
  • Interruttore: On/Off (footswitch), Single/Dual/Sustain
  • Peso: 298 g
  • Prezzo: 212,00 Euro (gennaio 2024)

  • Nome: Orion Tape Echo
  • Tipo: Delay
  • Controlli: Delay, Mix, Feedback, Wonk, Rec Level, Trails On/Off, Preamp On/Off
  • Interruttore: On/Off (footswitch), Mint/Worn/Old
  • Peso: 297 g
  • Prezzo: 232,00 Euro (gennaio 2024)
  • Nome: riverbero Heavenly Plate
  • Tipo: riverbero
  • Controlli: Decay, Mix, Predelay, EQ, Mod
  • Interruttori: On/Off (footswitch), Trails/True Bypass, Mod Rate Slow/Fast
  • Peso: 297 g
  • Prezzo: 232,00 euro (gennaio 2024)

* Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Francesco Di Mauro