Planet Guitar è soprattutto chitarra, su questo non ci piove. Tuttavia, di tanto in tanto, la curiosità ci assale e decidiamo di lasciarci trasportare da storie e culture di altri tempi o di altri luoghi. Ed è proprio così che nasce questo articolo che non vuol certo essere una guida completa e onnicomprensiva, ma piuttosto un piccolo excursus su uno strumento “cugino” della chitarra (non antenato!): il liuto. 

© Shutterstock / LGieger

Storia del liuto: scopriamo le sue origini

Il liuto è uno degli strumenti musicali più antichi e affascinanti, con una storia che risale a migliaia di anni fa. Le prime testimonianze di strumenti simili al liuto provengono dall’antica Mesopotamia, circa 3000 a.C. Questo strumento si è evoluto attraverso varie culture e civiltà, assumendo forme e caratteristiche diverse. Durante il Medioevo e il Rinascimento, lo strumento divenne particolarmente popolare in Europa, e si elevò a simbolo di raffinatezza e cultura. Fu utilizzato tanto per l’accompagnamento musicale quanto come strumento solista, e molti compositori di quel tempo scrissero musiche specificamente per il liuto. Se ve lo state chiedendo, è bene subito sfatare un mito: sebbene il “liutaio” si occupi al giorno d’oggi principalmente di chitarre, la chitarra e il liuto hanno storie e percorsi diversi e quest’ultimo non è un antenato della chitarra come alcuni credono. 

Ecco cosa simboleggia questo strumento musicale

Il liuto ha assunto nel corso dei secoli numerosi significati simbolici. Nell’antica Grecia, era associato al Dio Apollo, che era Dio della musica, della poesia e delle arti. Nel Medioevo, lo strumento divenne invece simbolo dell’amore cortese e della raffinatezza culturale. Spesso raffigurato nelle mani di angeli e santi nelle opere d’arte religiosa, il liuto era anche considerato uno strumento divino, capace di connettere l’uomo con il trascendente. La sua dolcezza e armonia sonora lo rendevano perfetto per esprimere emozioni delicate e complesse.

Che cos’è e com’è fatto il liuto?

Il liuto è uno strumento a corda pizzicata, caratterizzato da una cassa armonica a forma di pera e un manico lungo con tasti. È realizzato principalmente in legno, con la cassa armonica costruita spesso in legni pregiati come il ciliegio o l’acero e il manico in acero o palissandro. Il liuto tradizionale ha una serie di corde, solitamente tra sei e quindici, che vengono pizzicate con le dita. Ogni corda è fissata a un pirolo, che permette di accordarla con precisione. Il ponte, posto sulla cassa armonica, contribuisce a trasmettere le vibrazioni delle corde al corpo dello strumento, producendo il caratteristico suono caldo e risonante.

Tipologie di liuto: guida all’acquisto

Esistono diverse tipologie di liuto, ognuna con caratteristiche uniche che possono influenzare la scelta dell’acquirente. Tra le varianti più comuni troviamo:

  1. Liuto rinascimentale: Ha un suono dolce e caldo, con una costruzione che privilegia la leggerezza e la suonabilità.
  2. Liuto barocco: Più complesso e sofisticato, con un numero maggiore di corde e una maggiore gamma sonora.
  3. Arciliuto: Una variante del barocco, caratterizzato da un manico esteso che permette di suonare note più basse.
  4. Tiorba: Uno dei liuti più grandi, utilizzato principalmente per accompagnamenti in ensemble barocchi.

Quando si sceglie un liuto, è importante considerare il tipo di musica che si intende suonare e il proprio livello di abilità. I principianti possono optare per un liuto rinascimentale, più semplice da suonare, mentre i musicisti più avanzati possono esplorare le complesse possibilità del liuto barocco o della tiorba. Thomann offre una discreta gamma di strumenti per queste tipologie: 

Thomann Renaissance Lute 7/13

Thomann Renaissance Lute 7/13

Valutazione dei clienti:
(30)
Thomann Renaissance Lute Deluxe 7C

Thomann Renaissance Lute Deluxe 7C

Valutazione dei clienti:
(8)
Thomann Renaissance Lute 8/15

Thomann Renaissance Lute 8/15

Valutazione dei clienti:
(20)
Thomann Renaissance Lute Deluxe 8C

Thomann Renaissance Lute Deluxe 8C

Valutazione dei clienti:
(9)
Thomann Arch Lute / Arciliuto

Thomann Arch Lute / Arciliuto

Valutazione dei clienti:
(5)

Come si suona: consigli e indicazioni per imparare a suonarlo

Come per ogni strumento, suonare il liuto richiede dedizione e pratica, ma può essere un’esperienza estremamente gratificante. Chi vi scrive ha avuto il piacere di confrontarsi con uno studente di liuto per mettere insieme questo articolo. Ecco alcuni consigli per iniziare:

  1. Postura: Sedersi in modo confortevole, con il liuto appoggiato sulla gamba destra e inclinato leggermente verso l’alto. La mano sinistra deve essere libera di muoversi lungo il manico, mentre la mano destra pizzica le corde.
  2. Accordatura: Prima di suonare, assicurarsi che lo strumento sia ben accordato. Esistono diverse accordature, ma quella più comune per i principianti è l’accordatura rinascimentale.
  3. Tecnica delle mani: La mano destra pizzica le corde usando il pollice e le prime tre dita, mentre la mano sinistra preme le corde sui tasti per produrre le note desiderate. Non troppo diversamente da una chitarra. 
  4. Pratica: Iniziare con semplici esercizi di scala e arpeggi per sviluppare la destrezza delle dita. Gradualmente, passare a pezzi più complessi.

È utile seguire lezioni con un insegnante esperto, che può fornire correzioni e consigli personalizzati. Inoltre, l’ascolto di registrazioni di liutisti professionisti può offrire ispirazione e una migliore comprensione dello stile e dell’interpretazione. Come anticipato questo articolo vuol essere uno spunto piuttosto che una guida completa. 

Quali canzoni si possono suonare con il liuto?

Il repertorio per liuto è vasto e variegato, coprendo diversi periodi storici e stili musicali. Tra i pezzi più celebri troviamo:

  1. Composizioni rinascimentali: Brani di compositori come John Dowland, Francesco da Milano e Luis de Milán, caratterizzati da melodie eleganti e armonie raffinate.
  2. Musica barocca: Opere di Johann Sebastian Bach, Sylvius Leopold Weiss e altri, che sfruttano le capacità espressive e tecniche del liuto barocco.
  3. Musica popolare e folk: Arrangiamenti di canzoni tradizionali e popolari di diverse culture, adattate per il liuto.
  4. Composizioni contemporanee: Musica scritta da compositori moderni, che esplorano nuove sonorità e tecniche.

Iniziare con pezzi semplici e progressivamente affrontare composizioni più complesse permette di sviluppare gradualmente le proprie abilità e apprezzare pienamente la ricchezza del repertorio per liuto.

Speriamo che questa piccola digressione sul liuto vi sia piaciuta, a presto su PlanetGuitar! 

* Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Redazione