Assemblare una pedaliera è un ottimo modo per organizzare e trasportare i pedali degli effetti, se si dispone degli accessori giusti! Consultate la nostra guida all’acquisto degli accessori per pedaliere per trovare le migliori custodie per pedaliere, i supporti per pedali, i cavi, gli alimentatori e molto altro ancora.

Accessori per pedaliera
Fonte: Remise 3

Mentre negli anni ’80 e ’90 dominavano i rack grandi come frigoriferi, i piccoli e colorati pedali per effetti in formato stompbox sono tornati gradualmente alla ribalta poco prima dell’inizio del millennio. I pedali per effetti sono oggi più popolari che mai e la scelta non è mai stata così ampia. Ciò comporta alcune domande importanti sulle pedaliere e sugli accessori necessari, dall’alimentatore ai cavi patch alle strisce di velcro.

È meglio costruire la propria pedaliera o acquistarne una già assemblata?

Per cominciare, il compito di qualsiasi pedaliera è quello di fornire una base sicura per i pedali. In teoria, può bastare un pezzo di compensato acquistato in ferramenta, da ricoprire con nastro di velcro.

Tuttavia, se siete alla ricerca di una soluzione più professionale, le pedaliere sono disponibili in commercio in una varietà di design. Prima di tutto, è necessario determinare le dimensioni necessarie. Prendete un pezzo di cartone, di legno o un grande foglio di carta e disponeteci sopra i vostri pedali, preferibilmente con i cavi collegati per garantire la corretta spaziatura. Quindi, prendete delle misure precise e non dimenticate l’altezza! Se il case è troppo alto, i pedali possono muoversi; se è troppo basso, eserciterà una pressione eccessiva sulle manopole, ammesso che si chiuda. Idealmente, l’imbottitura interna dovrebbe premere leggermente (!) sulle manopole per mantenere i pedali in posizione.

Ora si può iniziare a cercare la pedaliera giusta. Molte pedaliere hanno un design piatto e sono spesso realizzate in legno:

Gator GPT-Black Pedalboard with Bag

Gator GPT-Black Pedalboard with Bag

Valutazione dei clienti:
(537)
Thon Effect Pedal Case Small

Thon Effect Pedal Case Small

Valutazione dei clienti:
(234)
Thon Effect Pedal Case Medium

Thon Effect Pedal Case Medium

Valutazione dei clienti:
(186)

In alternativa, c’è il design in alluminio, spesso leggermente inclinato. Un vantaggio di questo design è che offre spazio tra i listelli per il passaggio dei cavi, mentre il lato inferiore offre solitamente spazio sufficiente per un alimentatore, un blocco di alimentazione o una ciabatta:

Temple Audio Design Trio 28 GM Pedalboard

Temple Audio Design Trio 28 GM Pedalboard

Valutazione dei clienti:
(15)
Harley Benton SpaceShip 50C

Harley Benton SpaceShip 50C

Valutazione dei clienti:
(1150)
Palmer MI Pedalbay 80

Palmer MI Pedalbay 80

Valutazione dei clienti:
(210)
Rockboard QUAD 4.2 C with Flight Case

Rockboard QUAD 4.2 C with Flight Case

Valutazione dei clienti:
(26)

La scelta del tipo è certamente una questione di gusti, ma entrambi i design hanno i loro pro e contro. Un vantaggio del sistema in legno è la possibilità di avvitare i cavi direttamente nel legno. Inoltre, i cavi sono facilmente accessibili in caso di problemi. Al contrario, i cavi e gli alimentatori sono solitamente nascosti alla vista nei modelli in alluminio, che offrono un certo fattore di sicurezza e sono solitamente più gradevoli alla vista.

Custodia rigida o morbida: cosa è meglio per la vostra pedaliera?

La scelta di una custodia rigida o di una custodia morbida o di una gigbag per la vostra pedaliera dipende soprattutto dalle dimensioni e dal peso della stessa e, naturalmente, dalle vostre abitudini di viaggio. Se la vostra attrezzatura viene sempre caricata sul tour bus, dove condivide la stiva con altre attrezzature, dovreste sicuramente optare per un flight case, che ovviamente è un po’ più ingombrante, più pesante e anche più costoso.

Se avete una board più piccola che portate alle prove e ai concerti occasionali, una borsa morbida è probabilmente sufficiente.

Qui è possibile ordinare una custodia su misura per le dimensioni esatte della propria board:

Thon Custom Case II for Floor Units

Thon Custom Case II for Floor Units

Valutazione dei clienti:
(162)

E qui invece alcuni soft case per le dimensioni standard:

Mono Cases Pedalboard Case Tour 2.0 BK

Mono Cases Pedalboard Case Tour 2.0 BK

Valutazione dei clienti:
(15)
Thomann Effect Pedal Bag

Thomann Effect Pedal Bag

Valutazione dei clienti:
(4139)

Come montare i pedali su una pedaliera

Ora passiamo a montare in modo sicuro i pedali sulla pedaliera.

Ognuno ha il suo metodo preferito, alcuni si affidano a dispositivi di fissaggio rimovibili come le strisce di velcro, che consentono di cambiare i pedali con relativa facilità. Tuttavia, questo metodo non garantisce sempre la migliore tenuta, anche se i moderni prodotti con gancio e anello hanno una tenuta sorprendente.

Qui potete trovare alcuni prodotti adesivi a strappo:

Thomann Pedal Board Tape

Thomann Pedal Board Tape

Valutazione dei clienti:
(833)
Rockbag RB23201VM

Rockbag RB23201VM

Valutazione dei clienti:
(513)
Rockbag RB23202VF

Rockbag RB23202VF

Valutazione dei clienti:
(253)
Velcro Hook Tape 20mm

Velcro Hook Tape 20mm

Valutazione dei clienti:
(685)
Velcro Loop Tape 20mm

Velcro Loop Tape 20mm

Valutazione dei clienti:
(439)

Altri preferiscono avvitare i pedali alla board usando “Mounties”, strisce di metallo perforate, segmenti di catene da bicicletta o fascette. Con questi metodi, non è possibile sostituire rapidamente i pedali durante un concerto e i fori delle viti nella tavola di legno possono usurarsi dopo troppi cambi. D’altra parte, sono a prova di bomba e garantiscono che i pedali non si spostino in viaggio.

Harley Benton Mounties

Harley Benton Mounties

Valutazione dei clienti:
(573)

Un’altra possibilità è quella di utilizzare i cosiddetti rialzi per pedali, pedal boots o pedal booster, che tengono i pedali in posizione e li sollevano anche dalla superficie della pedaliera. La costruzione di un secondo livello sulla pedaliera può essere molto utile, in quanto rende i pedali in fondo più facili da raggiungere senza calpestare la prima fila di pedali.

Cavi patch

Ora è il momento di collegare i pedali tra di loro utilizzando cavi patch o cavi di collegamento. Assicuratevi che i cavi siano il più corti possibile, ma abbastanza lunghi da non essere sottoposti a sforzi.

Alcuni produttori offrono cavi patch di varie lunghezze, appositamente progettati per il collegamento dei pedali. I connettori angolati possono aiutare a risparmiare spazio.

Sommer Cable Spirit XS Highflex 0,2

Sommer Cable Spirit XS Highflex 0,2

Valutazione dei clienti:
(882)
Cordial CFI 0,15 RR

Cordial CFI 0,15 RR

Valutazione dei clienti:
(2144)
pro snake Patch Angled Jack 0,15 m

pro snake Patch Angled Jack 0,15 m

Valutazione dei clienti:
(5795)
Daddario PW-PRA-205

Daddario PW-PRA-205

Valutazione dei clienti:
(365)

In alternativa, è possibile creare cavi personalizzati della lunghezza esatta. Se siete abili con il saldatore, potete ordinare il cavo al metro e la quantità di connettori jack necessaria.

Ottimi connettori di HiCon o Neutrik:

Hicon HI-J63MA05 Angled Jack

Hicon HI-J63MA05 Angled Jack

Valutazione dei clienti:
(1259)

E i materiali tagliati a misura possono essere ordinati qui:

Sommer Cable The Spirit

Sommer Cable The Spirit

Valutazione dei clienti:
(912)
Cordial CIK 122 BK

Cordial CIK 122 BK

Valutazione dei clienti:
(404)

Esistono anche kit di cavi fai-da-te senza saldature. Sebbene non godano della migliore reputazione tra i professionisti, molti chitarristi riferiscono che questa soluzione, che consente di creare cavi patch di qualsiasi lunghezza in pochi secondi, possa andar bene.

Daddario PW-GPKIT-10

Daddario PW-GPKIT-10

Valutazione dei clienti:
(296)
Harley Benton Solder-Free Patch Cable KIT

Harley Benton Solder-Free Patch Cable KIT

Valutazione dei clienti:
(593)

Come scegliere l’alimentatore giusto per la vostra pedaliera

Un’altra cosa importante da considerare durante la progettazione della pedaliera è l’alimentatore, e anche in questo caso ci sono diverse opzioni.

Innanzitutto, assicuratevi di poter rispondere alle seguenti domande:

  • Qual è il numero totale di pedali?
  • Qual è il loro amperaggio totale/assorbimento di corrente (in mA – milliampere)?
  • Quale pedale richiede quale tensione?

In sostanza, abbiamo due possibilità: alimentatori singoli (eventualmente con daisy chain) o moduli di alimentazione con uscite multiple.

Con un singolo alimentatore, è possibile utilizzare una cosiddetta “daisy chain” per distribuire la corrente a diversi pedali. Questo funziona solo con pedali che funzionano con la stessa tensione. La cosa principale da tenere presente è l’amperaggio totale richiesto, cioè la somma dei mA di tutti i pedali collegati. Se si tratta solo di tre o quattro pedali di distorsione o booster, di solito la corrente richiesta è molto bassa. I riverberi oppure i delay digitali, invece, sono completamente diversi. Fate attenzione a non superare la corrente massima totale dell’alimentatore. Anche se è improbabile che tutti i pedali siano attivi contemporaneamente e funzionino a pieno carico, l’alimentatore deve essere in grado di erogare la corrente necessaria, possibilmente con un po’ di potenza in più.

Truetone VS 1 Spot Combo Pack

Truetone VS 1 Spot Combo Pack

Valutazione dei clienti:
(546)
Truetone 1 Spot 9V/DC

Truetone 1 Spot 9V/DC

Valutazione dei clienti:
(610)
Palmer MI PW 9 V

Palmer MI PW 9 V

Valutazione dei clienti:
(69)

Le Daisy Chains in dimensioni e lunghezze varie:

Palmer MI PWC 6

Palmer MI PWC 6

Valutazione dei clienti:
(696)
the sssnake DC3 Cable

the sssnake DC3 Cable

Valutazione dei clienti:
(361)
Truetone VS 1 Spot Combo Pack

Moduli di alimentazione (power brick)

Un’alternativa a un singolo alimentatore e a una daisy chain è l’utilizzo di un alimentatore con uscite multiple, ovvero un modulo di alimentazione (o power brick). Molti di questi possono anche fornire tensioni diverse a pedali diversi. Nella maggior parte dei casi, 9 volt sono sufficienti, ma alcuni pedali hanno bisogno di una tensione significativamente maggiore o suonano meglio quando vengono applicati 12 o 18 volt. Ad esempio, i pedali di distorsione offrono meno compressione e più headroom a tensioni più elevate. Naturalmente, è necessario attenersi sempre al voltaggio specificato per ogni pedale. Collegare 18 volt a un pedale progettato per 9 volt potrebbe causarne la rottura.

Se si vuole evitare il fastidio di ronzii e rumori, il prezzo più alto di un alimentatore di alta qualità vale sicuramente la spesa. Le uscite devono essere isolate elettricamente l’una dall’altra, altrimenti le interferenze potrebbero rovinare il suono.

Infine, non c’è motivo per cui non si possa utilizzare una combinazione di alimentatore e daisy chain, ad esempio collegando tutti i pedali di distorsione a un’uscita e alimentando separatamente i pedali più assetati di energia.

Harley Benton PowerPlant Junior

Harley Benton PowerPlant Junior

Valutazione dei clienti:
(5192)
Palmer PWT 08

Palmer PWT 08

Valutazione dei clienti:
(734)
T-Rex Fuel Tank Classic

T-Rex Fuel Tank Classic

Valutazione dei clienti:
(348)
Harley Benton PowerPlant ISO-5 Pro

Harley Benton PowerPlant ISO-5 Pro

Valutazione dei clienti:
(744)
Harley Benton PowerPlant Junior

Sono molto utili anche i cosiddetti duplicatori di corrente o di tensione. Questi consentono di combinare due uscite in una e di raddoppiare la corrente o la tensione. Ad esempio, è possibile ottenere 18 volt da due uscite da 9 V di un alimentatore, eliminando così la necessità di un ulteriore adattatore di corrente.

T-Rex DC Current Doubler 50cm

T-Rex DC Current Doubler 50cm

Valutazione dei clienti:
(104)
T-Rex DC Voltage Doubler 55cm

T-Rex DC Voltage Doubler 55cm

Valutazione dei clienti:
(65)
Voodoo Lab Current Doubler Adapter PPAP

Voodoo Lab Current Doubler Adapter PPAP

Valutazione dei clienti:
(209)

Se si desidera essere indipendenti dalle prese elettriche, è possibile ricorrere a power bank ricaricabili. Le moderne power bank offrono una capacità sufficiente per diverse ore, ovviamente in funzione del numero di pedali e del loro consumo energetico.

Falken 1 Mega Power Bank

Falken 1 Mega Power Bank

Valutazione dei clienti:
(107)
T-Rex DC Current Doubler 50cm

True Bypass o Buffered Bypass?

I lunghi percorsi dei cavi possono causare una perdita di segnale, soprattutto nelle alte frequenze, che può portare a un suono spento e senza anima. Mentre i primi pedali della storia, come il Tube Screamer o la maggior parte, se non tutti i modelli Boss, erano tutti dotati di buffer, lo sviluppo dei pedali “true bypass” comporta un problema che deve essere preso in considerazione.

Il segnale di una chitarra è ad alta impedenza e il buffer lo converte in un segnale a bassa impedenza che è molto più stabile e può essere inviato lungo i cavi. Il buffer dovrebbe essere collocato all’inizio della catena di effetti, ma preferibilmente dopo il pedale fuzz, se ne utilizzate uno, perché alcuni fuzz non sono in grado di gestire i segnali a bassa impedenza.

Anche se in pochi potrebbero contestare il fatto che il buffer è un componente essenziale della catena del segnale, ci sono ancora molte controversie sull’argomento dei buffer e dei pedali con buffer. Per fare un po’ di chiarezza sulla questione, va detto che ogni buffer influisce leggermente sul suono. Quanto, dipende dalla qualità del buffer e, dato che i produttori di pedali utilizzano buffer di diversa concezione, dire che i pedali con buffer sono generalmente inferiori sarebbe troppo facile. Ad esempio, il famoso Klon Centaur, considerato da molti il Santo Graal dei pedali, non è dotato di un true bypass, e quasi tutti converranno che Stevie Ray Vaughan ha registrato alcuni grandi dischi nonostante si affidasse a un Tube Screamer con buffer.

Buffer stand-alone

Tuttavia, se volete andare sul sicuro, scegliete un buffer stand-alone come componente indipendente della vostra pedaliera. I buffer di alta qualità sono disponibili presso diversi produttori, ma non dimenticate che richiedono anche l’alimentazione.

Ecco alcuni di questi modelli:

Truetone Pure Tone Buffer

Truetone Pure Tone Buffer

Valutazione dei clienti:
(216)
tc electronic BonaFide Buffer

tc electronic BonaFide Buffer

Valutazione dei clienti:
(140)

In alternativa, si può optare per un accordatore con un buffer incorporato di alta qualità. Provate i vari modelli per scoprire se il loro effetto sul suono è entro limiti accettabili per voi.

Alcuni esempi di accordatori con buffer:

tc electronic PolyTune 3 Tuner/Buffer

tc electronic PolyTune 3 Tuner/Buffer

Valutazione dei clienti:
(978)
Boss TU-3

Boss TU-3

Valutazione dei clienti:
(2422)

Accessori per evitare la confusione dei cavi sulla pedaliera

L’ordine è tutto e la gestione dei cavi fa la differenza su una pedaliera. È sempre opportuno fissare bene i cavi, anche solo per proteggerli dai piedi. Le fascette riutilizzabili sono molto utili a questo scopo.

Thomann V2020 Black 10 Pack

Thomann V2020 Black 10 Pack

Valutazione dei clienti:
(8356)

Naturalmente, si possono usare anche le vecchie fascette monouso che si trovano in ferramenta:

Fascette

Sono molto utili anche i supporti adesivi per cavi, ai quali i cavi vengono fissati con le fascette.

Supporti adesivi per le fascette

Vari altri accessori per pedaliera:

Harley Benton Pedalboard Organizer Kit

Harley Benton Pedalboard Organizer Kit

Valutazione dei clienti:
(584)
Rockboard Pedalsafe Type E universal

Rockboard Pedalsafe Type E universal

Valutazione dei clienti:
(23)
Rockboard Quick Mount Type E

Rockboard Quick Mount Type E

Valutazione dei clienti:
(23)

Divertitevi a comporre la vostra pedaliera personale con questi utili accessori!

* Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Emanuele Pellegrino
Ultime pubblicazioni di Emanuele Pellegrino (vedi tutte)