L’Hotone Ampero II Stage è un pedale multieffetto con modellazione di amplificatori che, secondo il produttore, è ideale sia per i grandi palchi del mondo che per i piccoli salotti. Sembra promettente, soprattutto perché il prezzo di circa 700 euro è ancora nella fascia media. E per quanto riguarda le caratteristiche, il prodotto si presenta sicuramente bene: display touch, numerosi modelli di amplificatori ed effetti e una ricca serie di connessioni indispensabili, oltre alla connettività Bluetooth. Il test che segue vi dirà come si comporta l’Ampero II Stage in termini di suono e nella pratica.

Hotone Ampero II Stage in breve

  • Pedale multieffetto con modellazione di amplificatori
  • Piattaforma DSP tri-core e convertitore ESS Sabre AD/DA
  • Display touch da 5 pollici
  • 12 effetti simultanei – 87 modelli di amplificatore, 68 di cabinet e 183 di effetto
  • Connessione Bluetooth per flusso audio ed editor
  • Prodotto in Cina

Alloggiamento e struttura dell’Hotone Ampero II Stage

L’Ampero II Stage si presenta in un alloggiamento in lamiera d’acciaio bianca di 301 x 180 x 58 mm (L x P x A) e pesa 1,9 kg. Come di consueto, i comandi si trovano sulla parte superiore e le connessioni sul lato anteriore. Il centro del funzionamento è il display touch da 5″, sotto il quale si trovano tre encoder per l’impostazione dei parametri visualizzati, oltre a un controllo del volume a sinistra e a un altro encoder (Menu/Valore) a destra. Cinque footswitch (1-5) si trovano nella parte inferiore, con l’interruttore stomp/patch e i due interruttori di banco situati appena sopra. Gli anelli LED intorno a tutti gli interruttori servono a visualizzare il rispettivo stato di commutazione.

Le connessioni dell’Hotone Ampero II Stage

Il pannello frontale è generosamente dotato di connessioni e l’Ampero II Stage è sicuramente all’altezza del suo nome, in quanto è ben equipaggiato per il palcoscenico. Due prese jack sul lato sinistro accettano controller aggiuntivi (EXP/CTRL) sotto forma di pedali o pedali d’espressione. L’ingresso per gli strumenti (L, mono) è disponibile come presa jack da 6,3 mm e una presa combo XLR/jack (R) viene utilizzata per collegare un microfono o come secondo ingresso jack per l’uso stereo. Seguono le due connessioni jack per il loop FX interno (Send, Return), progettato in stereo in modo da poter integrare effetti appropriati nel percorso del segnale dell’Ampero II Stage.

Come uscite sono disponibili due connessioni jack sbilanciate e due prese XLR bilanciate. Queste ultime sono dotate anche di un interruttore per la messa a terra. Seguono quattro connessioni in formato mini-jack: Aux In, Phones, MIDI In e MIDI Out. La porta USB-C accanto consente il collegamento a un computer, sia per lavorare con il programma editor che per registrare tramite audio USB. Il programma editor è disponibile anche per Android o iOS su smartphone/tablet, dove la connessione all’Ampero II Stage avviene tramite Bluetooth.

Il funzionamento dell’Hotone Ampero II Stage

L’Hotone Ampero II Stage ha a disposizione 300 patch (preset), organizzate in 60 banchi da 5 patch ciascuno e richiamabili tramite i footswitch 1-5. In una patch è possibile utilizzare fino a 12 moduli di effetti, che possono contenere amplificatori, cabinet o effetti. Sono possibili anche percorsi di segnale doppi, per due modelli di amplificatori/cabinet in parallelo o, ad esempio, per i chitarristi cantanti che collegano il microfono all’Ampero II Stage e utilizzano l’altro percorso di segnale per la chitarra. In modalità patch, i banchi e le patch vengono selezionati tramite i footswitch.

La patch selezionata può essere commutata in modalità stomp utilizzando l’interruttore stomp/patch. Con i footswitch 1-5 è possibile attivare singoli effetti o passare da una combinazione all’altra, le cosiddette “scene”. Queste ultime sono combinazioni di effetti all’interno della patch, se si desidera organizzare più effetti contemporaneamente. Tutte le funzioni di commutazione sono modificabili e possono essere impostate separatamente per ogni patch, mentre il tap tempo può ovviamente essere integrato. Questo significa massima flessibilità per le performance sul palco e in salotto. Premendo contemporaneamente i due interruttori dei banchi si attiva l’accordatore. Tenendo premuti gli interruttori, si attiva il looper. Nell’Ampero II Stage è integrato un looper di 60 secondi, che può essere controllato con i footswitch 1-5 (Play, Stop, Undo/Redo, 1/2 Speed, Reverse).

Con o senza l’app: l’editing è intuitivo e semplice

L’editing sul dispositivo è molto semplice grazie al display touch. Quando la catena del segnale è visualizzata sul display, è sufficiente toccare il modulo che si desidera modificare e utilizzare i tre encoder per impostare i parametri corrispondenti. Se sono disponibili più di tre parametri, il display scorre alla pagina successiva. Dopo la modifica, la combinazione suono/amp/effetto selezionata viene salvata come patch o modello.

Il concetto operativo si dimostra impeccabile e completamente sviluppato. In alternativa, è possibile utilizzare l’applicazione Ampero II Stage per computer o smartphone/tablet e modificare comodamente sullo schermo. Su smartphone/tablet, la connessione si stabilisce facilmente tramite una connessione Bluetooth. Sull’iPad, l’app appare in caratteri molto più piccoli; sullo smartphone, la visualizzazione è migliore. Quest’ultimo, però, è probabilmente utilizzato prevalentemente per l’editing da mobile.

L’Hotone Ampero II Stage all’opera

Per quanto riguarda la parte pratica, sono stati testati tre possibili scenari applicativi: in primo luogo, direttamente nell’interfaccia audio, poi davanti a un amplificatore pulito – come sostituto della pedaliera, per così dire – e la terza variante è l’uso come preamplificatore davanti a un amplificatore di potenza valvolare con cabinet.

Stai visualizzando un contenuto segnaposto da Youtube. Per accedere al contenuto effettivo, clicca sul pulsante sottostante. Si prega di notare che in questo modo si condividono i dati con provider di terze parti.

Ulteriori informazioni

Hotone Ampero II Stage – Registrazione diretta – Preset e prime impressioni

0:00
0:00
1. Registrazione diretta: Preset 1-1 (Stratocaster)
2. Registrazione diretta: Preset 1-2 (Stratocaster)
3. Registrazione diretta: Preset 1-3 (Stratocaster)
4. Registrazione diretta: Preset 1-4 (Stratocaster)
5. Registrazione diretta: Preset 1-5 (Stratocaster)

Questi cinque preset si rivelano un buon punto di partenza per creare i propri suoni. Naturalmente, la gamma completa non è ancora rappresentata. Tuttavia, sono presenti alcune patch basate su suoni/canzoni di chitarra ben noti (Straits of Swing, Whole Lotta Zep, ecc.), alcune con un uso leggermente più marcato degli effetti e infine alcune patch di basso. Quello che manca nel pacchetto di serie del dispositivo sono le patch per l’uso combinato di microfono e chitarra con percorsi di segnale completamente separati.

Hotone Ampero II Stage – Modellazione di amplificatori e cabinet

Entriamo ora nel dettaglio e diamo un’occhiata ai diversi modelli di amplificatori e cabinet dell’Ampero II Stage. Da un lato ci sono i “normali” modelli di amplificatori e cabinet, ma sono disponibili anche modelli di preamplificatori e cabinet IR. È anche possibile utilizzare due diversi amplificatori e cabinet attraverso il doppio percorso del segnale. Lo si può ascoltare nell’esempio 10, in cui viene utilizzato un IR cab con l’amplificatore virtuale Diezel. Tutte le impostazioni degli amplificatori sono visibili anche nel video.

La modellazione è molto dettagliata e, oltre ai controlli di tono degli amplificatori originali, sono state ricreate anche le opzioni di commutazione. Sul Dumble, ad esempio, sono presenti gli interruttori Bright, Fat e Jazz/Rock, tutti percepibili. L’Ampero II Stage offre un totale di 85 modelli di amplificatori, suddivisi nelle categorie Clean, Drive, Hi-Gain, Bass e Power Amp. I modelli di cabinet sono suddivisi in Guitar Cab S (da 1×10 a 2×12), Guitar Cab L (4×10 e 4×12) e Bass Cab (2×10 e 4×10), per un totale di 68 modelli.

È inoltre possibile selezionare diversi tipi di microfono, anche nelle combinazioni da Mix 1 a Mix 4. Anche la posizione del microfono virtuale può essere impostata in sei varianti. Nell’esempio 7 si possono ascoltare tutti i tipi di microfono e le combinazioni di microfoni. Gli amplificatori hanno un suono autentico e trasmettono anche la corrispondente sensazione nel playing; i modelli high gain mi sono piaciuti un po’ di più rispetto agli amplificatori classici. Soprattutto nella gamma di breakup/basso gain, la dinamica/risposta è un po’ più limitata rispetto ai concorrenti dello stesso segmento di prezzo.

0:00
0:00
6. Registrazione diretta: Tweed Deluxe 112 (Stratocaster)
7. Registrazione diretta: Marshall SLP – Mic Check (Les Paul)
8. Registrazione diretta: Vox AC 30 Top Boost (Telecaster)
9. Registrazione diretta: Rectifier 4×12 (ES-335)
10. Registrazione diretta: Rectifier & Diezel (PRS Holcomb)
L’Hotone Ampero II Stage si distingue per le sue ampie caratteristiche e per il suo funzionamento di prima classe

I suoni degli effetti dell’Hotone Ampero II Stage

L’Ampero II Stage offre modelli classici di pedali effetto, nonché alcune creazioni proprie ed effetti particolari come Mic Lab (simulazione di microfono) o Bit Crusher. Anche in questo caso, tutto è perfettamente strutturato e le categorie disponibili per la selezione di un effetto sono le seguenti:

  • DYN: Compressore, Boost, Noise Gate – 17 modelli di effetti
  • FREQ: Acustico, Filtro, Pitch, Speciale – 34 modelli di effetti
  • WAH: pedali Wah – 13 modelli di effetti
  • DRV: Overdrive, Distorsione, Fuzz, Bass Drive – 37 modelli di effetto
  • EQ: Equalizzatore – 10 modelli di effetti
  • MOD: Modulazione, suddivisa in chorus, flanger, vibrato, ecc. – 28 modelli di effetti
  • DLY: Delay – 32 modelli di effetti
  • RVB: Riverbero – 12 modelli di effetto

In totale sono 183 modelli di effetti diversi, una selezione che comprende tutto ciò che serve sul palco e in studio in termini di portata e composizione. In termini di suono, gli effetti si collocano nella fascia medio-alta e non possono essere paragonati ai suoni boutique di Strymon o Eventide, ad esempio, ma sono sicuramente adatti al palco e alla registrazione. Quando si utilizzano più effetti contemporaneamente, il suono tende a sbiadire e anche il processore raggiunge i suoi limiti a un certo punto. Alcuni effetti più assetati di energia non sono più disponibili se altri sono già presenti nel percorso del segnale. Ciò diventa chiaro quando si vuole assegnare un nuovo modulo di effetti e alcuni modelli sono disattivati.

0:00
0:00
11. Registrazione diretta: Shimmer Reverb (Baritone)
12. Registrazione diretta: Acoustic Simulator (ES-335)
13. Registrazione diretta: 80s Modulation (ES-335)

Hotone Ampero II Stage – Collegato all’amplificatore

Ora l’Hotone Ampero II Stage è collegato come pedaliera davanti a un amplificatore pulito, un Sovtek MIG-50H con un cabinet Marshall 4×12 (Celestion G12M). Un Royer R-10 e uno Shure SM-57 raccolgono il suono dei diffusori. Qui raggiungo rapidamente i limiti del processore. Il piano era di inserire un effetto boost, overdrive, distorsione e fuzz ciascuno, oltre a un effetto di modulazione, delay e riverbero.

Dopo aver scelto le mie quattro unità di distorsione preferite, nonché il riverbero e il delay, gli effetti di chorus sono stati limitati a uno. Per le azioni di pedaliera di grandi dimensioni o per diversi effetti HQ, le cose si fanno un po’ strette. In termini di suono, i pedali overdrive e di distorsione dell’Ampero II Stage sono risultati un po’ inferiori agli overdrive “normali” o persino ai pedali di distorsione dei concorrenti dello stesso segmento di prezzo. Il suono della distorsione si è rivelato leggermente “cartonato” e meno caldo in combinazione con un amplificatore non distorto. Mi è piaciuto di più per far esplodere suoni di amplificatori già distorti.

0:00
0:00
14. Collegato all’amplificatore: Bypass → Tube Clipper (Stratocaster)
15. Collegato all’amplificatore: Screamood (Stratocaster)
16. Collegato all’amplificatore: Face Fuzz (Stratocaster)
17. Collegato all’amplificatore: Fryman Dist → Tube Clipper → Digital Delay → Flanger (Stratocaster)

Hotone Ampero II Stage – Collegato al Return dell’amplificatore

Nel terzo caso, i preamplificatori dell’Ampero II Stage sono selezionati, le simulazioni di cabinet o gli IR non sono attivati, perché si passa al finale di un amplificatore valvolare (Ceriatone OTS 50) e poi al Marshall 4×12. Il suono di questa variante mi piace molto di più di quello con un amplificatore pulito e pedali overdrive.

0:00
0:00
18. Collegato al Return dell’amplificatore: Baseman Bright → Tremolo (Telecaster)
19. Collegato al Return dell’amplificatore: Marshall 800 (Les Paul)
20. Collegato al Return dell’amplificatore: Diezel VH+ B (Les Paul)

Hotone Ampero II Stage con una band

Infine, è possibile ascoltare l’Ampero II Stage in un arrangiamento per band, registrato direttamente nell’interfaccia audio con simulazione di amplificatore e cabinet.

0:00
0:00
21. Hotone Ampero II Stage in un arrangiamento per band

Ambito di utilizzo e alternative all’Hotone Ampero II Stage

L’Ampero II Stage è assolutamente pronto per il palcoscenico e adatto anche per la registrazione, cioè come soluzione all-in-one molto compatta senza apparecchiature aggiuntive e solo con la sua gamma di modelli di amplificatori ed effetti. Grazie alle numerose opzioni di connessione, è ovviamente possibile utilizzare un amplificatore di potenza sul palco e inviare contemporaneamente il segnale di simulazione del cabinet al PA. Il nostro candidato è anche un buon partner per esercitarsi a casa grazie alla funzione Bluetooth (streaming audio) e alla connessione per le cuffie.

Con un prezzo al dettaglio di circa 700 euro, l’Ampero II Stage si colloca nella categoria di prezzo medio-alta, in cui la concorrenza è relativamente scarsa. Tra questi, il Kemper Profiler Player, i Line 6 HX Stomp e HX Stomp XL o il Boss GT-1000 Core. Personalmente, trovo migliore la qualità del suono dei modelli di effetti e amplificatori Kemper e Line 6 (soprattutto quelli “tradizionali”). D’altra parte, l’Ampero II Stage offre opzioni di impostazione (display touch) e di commutazione più comode per l’uso sul palco. Il funzionamento dell’Ampero II Stage è davvero di prima classe.

L’Hotone Ampero II Stage è un’eccellente unità multieffetto compatta con modellazione di amplificatori e cabinet che si distingue soprattutto per le sue caratteristiche e il suo funzionamento di prima classe. A cominciare dal display touch da 5″, che consente un editing molto agevole, ma è anche molto utile quando si visualizza la catena del segnale o le opzioni di commutazione. Il sistema di funzionamento offre anche un elevato grado di flessibilità nella selezione degli effetti durante la riproduzione (modalità preset, modalità stomp, memorizzazione delle “scene”).

Nel gran numero di modelli di amplificatori e cabinet ed effetti, gli amplificatori si dimostrano modellati in modo molto dettagliato e il modulo di cabinet offre varie opzioni (tipo di microfono, posizione del microfono). I suoni degli amplificatori high gain si sono rivelati i miei preferiti durante il test. In termini di suono, l’Ampero II Stage si colloca nella fascia medio-alta e ha ancora un certo margine di miglioramento rispetto a dispositivi più costosi come Helix, Quad Cortex, Kemper o Axe FX. Tuttavia, sul palco e in fase di registrazione, l’Ampero II Stage fa un’ottima figura. Ve lo consiglio!

L’Ampero II Stage fa un’ottima figura sul palco e durante le registrazioni
Hotone Ampero II Stage

Hotone Ampero II Stage

Valutazione dei clienti:
(8)

Specifiche Tecniche

  • Produttore: Hotone
  • Modello: Ampero II Stage
  • Tipo: Unità multieffetto
  • Controlli: Volume, Menu/Value, 3x Encoder dei parametri
  • Footswitch: Stomp/Preset, Bank Up, Bank Down, 5x interruttore Preset
  • Connessioni: Ingresso (jack), ingresso (XLR combo), 2x EXP/CTRL, Send (stereo), Return (stereo), 2x Output (jack), 2x Output (XLR), Aux In, Phones, MIDI In, MIDI Out (tutti mini jack), USB C
  • Tensione: 9-18 V (polo negativo interno)
  • Consumo di corrente: 1,4 A (9 V CC)
  • Display: Display touch LCD da 5 pollici
  • Memoria: 300 preset (60 banchi da 5 preset ciascuno)
  • Modelli di amplificatore/cabinet: 87 amplificatori, 68 cabinet
  • Effetti: 183 modelli di effetti
  • Dimensioni: 301 x 180 x 58 mm (L x P x A)
  • Peso: 1,9 kg
  • Prezzo: 709,00 euro (aprile 2024)

* Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Riccardo Yuri Carlucci
Ultime pubblicazioni di Riccardo Yuri Carlucci (vedi tutte)