In questo confronto audio, diamo un’occhiata a sei pedali di distorsione molto popolari, tra cui alcuni prodotti vintage come l’HM-2, il Guv’nor, il Rat e il Big Muff. Inoltre, ci sono il Boss DS-1 e il Boss MT-2, che sono ancora sul mercato e sono rimasti immutati, in gran parte, nel tempo.

pedali di distorsione

In questo workshop, l’obiettivo è ancora una volta quello di mettere i pedali uno accanto all’altro senza alcun pregiudizio e di ascoltare le differenze in un confronto diretto, in modo da poter avere un’idea di quale pedale potrebbe corrispondere alle vostre esigenze sonore. Naturalmente, i pedali sono sempre stati suonati attraverso lo stesso amplificatore (stessa cassa e stesso microfono) per ottenere un confronto realistico.

Stai visualizzando un contenuto segnaposto da Youtube. Per accedere al contenuto effettivo, clicca sul pulsante sottostante. Si prega di notare che in questo modo si condividono i dati con provider di terze parti.

Ulteriori informazioni

I candidati

Boss DS-1

Il DS-1 è uno dei pedali preferiti di molti chitarristi appartenenti a  diversi generi. Il pedale è stato ed è utilizzato, nel tempo, da Kurt Cobain, Steve Vai, Gary Moore, Joe Satriani e molti altri. Questo fu introdotto nel 1978 e da allora è sempre stato sul mercato. Le sue caratteristiche sono state leggermente modificate nel tempo, ma il carattere di base è rimasto. È un pedale dai timbri classici e adatti a tutti i tipi di musica. L’attacco intenso e spigoloso resta perfettamente definito anche con la massima distorsione ed è sicuramente ideale per suonare le parti ritmiche più heavy e gli assoli. Il DS-1 non nasconderà mai le caratteristiche sonore delle diverse chitarre e pickup.

Il pedale presenta le tre manopole: tone, distorsione e level.

È apprezzato da molti anche perché è un pedale abbastanza economico. Il modello attuale ha un prezzo di 77 euro (aprile 2023) e anche i modelli precedenti sono disponibili a prezzi abbastanza moderati, tra i 100 e i 200 euro.

Boss DS-1 Distortion

Boss DS-1 Distortion

Valutazione dei clienti:
(866)

ProCo The Rat

Insieme al DS-1, il Rat è anche uno dei primi pedali di distorsione a lavorare con l’hard clipping. Anche questo pedale ha come anno di nascita il 1978: all’epoca era ancora prodotto a mano e non era ancora stato progettato per la produzione di massa. Nel corso del tempo, la situazione è cambiata radicalmente, perché la domanda era molto alta e la svolta produttiva e commerciale è arrivata all’inizio degli anni ’80 con il cosiddetto Small Box Rat.

Anche in questo caso sono presenti le tipiche tre opzioni di controllo per la distorsione, il volume e filter. Il potenziometro del filtro è un filtro passa-basso: più lo si alza, più il suono diventa opaco. Il nuovo modello attuale (Rat 2) è disponibile a 96 euro mentre il Rat degli anni ’80 viene attualmente venduto a oltre 200 euro sul mercato dell’usato.

Proco Rat 2 Distortion

Proco Rat 2 Distortion

Valutazione dei clienti:
(1278)

Electro Harmonix Big Muff

Il Big Muff è anche uno dei più noti rappresentanti di questo genere di pedali, ma quando si tratta di una chiara classificazione, ci sono opinioni diverse fra i chitarristi. Alcuni vedono (e sentono) il pedale più come un fuzz, altri parlano di Big Muff Distortion. Non importa, per noi conta solo che faccia il suo lavoro correttamente e che questo accade, lo conferma la lunga lista di utilizzatori famosi, in cui vengono citati, tra gli altri, David Gilmour, Santana, Black Keys, Nirvana o Metallica. Il pedale è stato introdotto sul mercato da Mike Matthews nei primi anni ’70 e da allora è stato presentato sul mercato in diverse versioni e con numerose revisioni. Il Big Muff presenta tre controlli: volume, tono e sustain.

Nei nostri esempi audio, è possibile ascoltare la versione 4 con gli amplificatori OP (1978 circa).

[Box prodotto

Electro Harmonix Big Muff PI USA

Electro Harmonix Big Muff PI USA

Valutazione dei clienti:
(709)

Marshall Guv’nor

Nel 1988 il produttore britannico di amplificatori tentò di trapiantare il suono del JCM 800 in un pedale: il Guv’nor. 

L’esperimento sicuramente nel tempo è andato a buon fine perché molti chitarristi hanno affinato il loro suono con questo pedale, utilizzandolo sia come elemento di distorsione pura combinato con un amplificatore pulito, sia con un amplificatore già distorto. Gary Moore, ad esempio, ha utilizzato il Guv’nor nel suo leggendario album “Still Got The Blues” in molte canzoni. I vecchi pedali Guv’nor sono venduti sul mercato dell’usato a circa 200 euro, mentre l’attuale modello successivo, il Guv’nor 2, è ancora disponibile presso alcuni venditori a meno di 70 euro.

Boss HM-2

Il Boss HM-2 è una sorta di ulteriore sviluppo del DS-1, ma l’abbreviazione del nome suggerisce già che il suono del pedale è orientato verso l’heavy. Tuttavia, il suono deve essere messo in relazione con l’epoca di origine, perché il pedale è stato immesso sul mercato nel 1983 ed è stato uno dei primi distorsori ad alto gain.

Grazie all’equalizzatore a due bande, era possibile controllare separatamente i bassi e gli alti e, inoltre, la struttura del gain era davvero unica e aggressiva. Il pedale era ed è molto popolare nella scena death metal e oggi è considerato una pietra miliare del suono metal. Anche il tempo di produzione fu di soli sette anni, il che contribuisce alla creazione della leggenda, successivamente Boss introdusse il successore con il Metal Zone (MT-2).

Boss HM-2w Heavy Metal Distortion

Boss HM-2w Heavy Metal Distortion

Valutazione dei clienti:
(35)

Boss MT-2

Nel 1991 Boss ha interrotto la produzione dell’HM-2 e ha lanciato l’MT-2, un equalizzatore a gain elevato prodotto per offrire un suono metal più moderno. Il pedale è dotato di potenziometri per i bassi e gli alti e di un controllo parametrico per i medi, in modo da poter elaborare questa gamma in modo molto specifico e preciso. La frequenza centrale è regolabile tra 200 Hz e 5 kHz e l’efficienza è di ±15 dB per tutte e tre le bande. Il suono di questo pedale polarizza il mondo dei chitarristi: alcuni lo odiano, altri lo amano. Questo è sicuramente un pedale che ha ricevuto la fama che merita e oggi viene venduto a un prezzo poco più alto di 150 euro.

Boss MT-2W Metal Zone

Boss MT-2W Metal Zone

Valutazione dei clienti:
(90)

Confronti audio

Suono di base – modifica del suono

Iniziamo il nostro confronto audio con i suoni di base dei pedali con impostazioni medie del livello di distorsione e del controllo dei toni. In questo caso, ovviamente, l’attenzione si concentra sul cambiamento tonale della risposta in frequenza rispetto al segnale puro dell’amplificatore quando il pedale di distorsione è in modalità bypass. Questi pedali in genere colorano il suono un po’ di più rispetto ai tipici overdrive. Ecco i sei suoni di base, preceduti dal segnale dell’amplificatore senza alcuna distorsione per offrirvi la possibilità di ottenere un confronto migliore.

0:00
0:00
Suono di base: Amplificatore senza distorsione
Suono base: Boss DS-1
Suono base: Marshall Guv'nor
Suono base: ProCo The Rat
Suono base: EHX Big Muff
Suono di base: Boss HM-2
Suono di base: Boss MT-2

Dinamica – Reazione al potenziometro del volume della chitarra

Che influenza ha il potenziometro del volume della chitarra? Questa è la prossima fase del nostro test, e in questo caso ho scelto un’impostazione un po’ più bassa del livello di distorsione. Negli esempi audio, il controllo del volume della Les Paul è impostato prima a 4 e poi a 10.

0:00
0:00
Reazione al potenziometro del volume: Boss DS-1
Reazione al potenziometro del volume: Marshall Guv'nor
Reazione al potenziometro del volume: ProCo The Rat
Reazione al potenziometro del volume: EHX Big Muff
Reazione al potenziometro del volume: Boss HM-2
Reazione al potenziometro del volume: Boss MT-2

Separazione delle corde ad alti livelli di distorsione

Quando la distorsione è davvero forte, dovreste essere ancora in grado di sentire le singole note identificabili e nel migliore dei casi anche gli accordi oltre ai power chords. Gli accordi non suonano “confusi” solo se le singole corde sono chiaramente distinguibili. Nei seguenti esempi ho suonato vari accordi di settima e di nona con un alto grado di distorsione. All’inizio è sempre presente un esempio senza distorsione.

0:00
0:00
Separazione delle corde ad alta distorsione: Amplificatore diretto
Separazione delle corde ad alta distorsione: Boss DS-1
Separazione delle corde ad alta distorsione: Marshall Guv'nor
Separazione delle corde ad alta distorsione: ProCo The Rat
Separazione delle corde ad alta distorsione: EHX Big Muff
Separazione delle corde ad alta distorsione: Boss HM-2
Separazione delle corde ad alta distorsione: Boss MT-2

Punti di forza

Abbiamo, dunque, già detto che i pedali differiscono notevolmente per quanto riguarda il comportamento del gain, il colore del suono e la risposta dinamica. Ora ci piacerebbe parlare dei punti di forza dei singoli candidati e ho selezionato per ogni pedale due impostazioni che personalmente mi piacciono particolarmente. Naturalmente, si tratta sempre di una questione di gusti personali e i nostri pedali testati hanno naturalmente molti più punti di forza da offrire di quelli che selezionerò, ma questo andrebbe oltre l’obiettivo di questo articolo.

0:00
0:00
Punti di forza 1: Boss DS-1
Punti di forza 2: Boss DS-1
Punti di forza 1: Marshall Guv´nor
Punti di forza 2: Marshall Guv´nor
Punti di forza 1: ProCo The Rat
Punti di forza 2: ProCo The Rat
Punti di forza 1: EHX Big Muff
Punti di forza 2: EHX Big Muff
Punti di forza 1: Boss HM-2
Punti di forza 2: Boss HM-2
Punti di forza 1: Boss MT-2
Punti di forza 2: Boss MT-2

Conclusioni

Le differenze tonali in questo confronto sono molte e sicuramente più marcate rispetto a quelle rilevate per i pedali overdrive (link art 137), ma questo è nella natura delle cose e sinceramente ce lo aspettavamo. L’HM-2 e l’MT-2 sono due pedali più adatti a suoni heavy, mentre il Big Muff, ad esempio, tende ad essere più vicino a un fuzz che a una distorsione metal. 

Il DS-1 offre una distorsione enfatizzata sulle alte frequenze, in grado di affermarsi bene anche con impostazioni di gain più elevate. 

Vedo il DS-1 e il Rat come distorsori multiuso e per me il Guv’nor è una via di mezzo tra l’overdrive e la distorsione. Il pedale suona davvero bene con basse impostazioni di gain, reagisce in modo molto dinamico e colora moderatamente il suono. È piuttosto inadatto agli espedienti dinamici, ma se volete una distorsione con molto sustain, è una scelta di prima classe.

L’HM-2 è ottimo per i suoni metal classici e il suo livello di distorsione è inferiore a quello del Metal Zone. Inoltre  con tutti i comandi al massimo, ha un suono che può competere persino con un pedale fuzz. Infine, l’MT-2 Metal Zone offre suoni moderni di mid scoop che vengono regolati con precisione con il controllo parametrico dei mid, e che colorano la risposta in frequenza in modo più chiaro.

Contenuti correlati:

*Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Gianmarco Gargiulo