Con l’Hotone Ampero Mini, il produttore cinese propone un modeler estremamente compatto che offre un’ampia gamma di amplificatori ed effetti, oltre a un touchscreen a colori da 4 pollici. Insieme all’Ampero, all’Ampero One e all’Ampero II Stomp, il candidato alla recensione è il multieffetto più piccolo e compatto della gamma. Considerando le sue funzioni, il piccolo e maneggevole box sorprende soprattutto per il suo prezzo contenuto, motivo per cui sarà interessante vedere come il pedale si comporterà a livello pratico.

Hotone Ampero Mini in breve

  • Modeler digitale di amplificatori ed effetti
  • 199 effetti, 52 modelli di amplificatori e 42 cabinet
  • touchscreen a colori da 4 pollici
  • Editor software incluso
  • dimensioni compatte di 120 x 132 x 49 mm
  • Paese di produzione: Cina

Il case dell’Hotone Ampero Mini 

L’Hotone Ampero Mini si presenta in un case metallico di colore vaniglia, ha dimensioni estremamente compatte di 120 x 132 x 49 mm (L x L x A) e appare solido e robusto sotto ogni aspetto. La parte superiore ospita un touchscreen a colori da 4″, molto facile da leggere grazie all’alta risoluzione di 800 x 480 pixel. Poiché tutte le operazioni di editing possono essere eseguite tramite il display, non ci sono altri controlli, quindi ci sono solo due footswitch sotto il display. Tutte le connessioni sono state posizionate nella parte anteriore.

L’ingresso e l’uscita sono in formato jack da 6,3 mm, con quest’ultimo che consente anche il funzionamento in stereo con un cavo TRS. È stata inclusa anche una connessione per un pedale di espressione, in modo da non impedire il controllo di vari parametri o l’utilizzo degli algoritmi wah. Sono presenti anche un ingresso aux-in e un’uscita cuffie in formato mini-jack, una porta USB-C e l’ingresso per l’alimentatore in dotazione, che deve fornire 9 volt e almeno 500 mA. La dotazione comprende il suddetto alimentatore, un manuale di avvio rapido e due accessori in plastica per i footswitch.

Funzionamento dell’Hotone Ampero Mini Vanilla

L’Hotone Ampero Mini offre 198 preset, suddivisi in 99 preset di fabbrica e 99 preset utente sovrascrivibili. In fase di editing, è possibile utilizzare un totale di nove blocchi effetti, che possono essere disposti in qualsiasi ordine. Si tratta di FX1, FX2, FX3, Amp, Noise Reduction, Cab, EQ, Delay e Reverb. I singoli blocchi FX ospitano un’ampia gamma di effetti come gate, wah, booster, overdrive e distorsioni classiche, pitch shifter, octaver, acoustic simulator e una vasta selezione di effetti di modulazione. 

Il blocco amplificatori contiene 52 modelli di amplificatori classici, tra cui diverse varianti di Marshall, Fender, Vox e Mesa Boogie, oltre ad alcuni amplificatori per basso e per chitarra acustica. L’Ampero Mini contiene anche ben 50 modelli di casse e vari IR per chitarra acustica, ma l’editor consente anche di utilizzare fino a 10 IR personalizzate. Con le simulazioni di fabbrica, è possibile anche selezionare liberamente il posizionamento del microfono e il modello di microfono. Anche i blocchi EQ, delay e riverbero sono ricchi di opzioni: per ogni effetto è disponibile un’ampia scelta di modelli storici. 

L’Ampero Mini offre anche una drum machine con 100 pattern, un looper con 100 secondi di registrazione mono e 50 secondi di registrazione stereo e può essere utilizzato anche come interfaccia audio USB a due canali. Poiché utilizzo il PC, sono particolarmente soddisfatto del fatto che l’Hotone Ampero Mini sia riconosciuto dalla mia DAW come interfaccia e che non debba utilizzare un driver Asio aggiuntivo esterno, come Asio4All.

Editing dell’Hotone Ampero Mini tramite touchscreen, Mac o PC

È possibile creare preset personalizzati utilizzando il touchscreen o il software editor gratuito. Nel primo caso, la programmazione è estremamente intuitiva e autoesplicativa. Il funzionamento è molto buono grazie al display chiaro e la risposta dei pulsanti virtuali è sorprendentemente rapida. L’icona di modifica porta ai blocchi di effetti dove è possibile effettuare tutte le regolazioni. È anche possibile cambiare l’ordine degli effetti, facendo rapidamente doppio clic sulle icone dei blocchi. Anche il salvataggio in qualsiasi posizione e la rinominazione dei preset è facile. 

La parte superiore ospita un touchscreen a colori da 4″, molto facile da leggere grazie all’alta risoluzione di 800 x 480 pixel

I preset possono essere attivati o disattivati tramite i footswitch. Va detto a questo punto che l’Ampero Mini non dispone di connessioni MIDI. Le modifiche ai preset devono quindi essere effettuate tramite i due switch, anche in un setup più complesso con uno switcher o altri effetti. Questo è un peccato, ma al prezzo richiesto si deve convivere con piccoli compromessi. Una breve pressione di entrambi i footswitch attiva l’accordatore, mentre una pressione prolungata attiva il looper. Le impostazioni di base vengono effettuate nel menu Global, dove è possibile disattivare globalmente la simulazione dei cabinet se si desidera utilizzare il pedale con un cabinet e un finale di potenza. 

La programmazione è ancora più comoda utilizzando l’editor gratuito e molto intuitivo, che offre un’interfaccia grafica molto chiara e persino liberamente scalabile. Qui è possibile creare preset molto sofisticati, caricare i propri IR nel blocco Cab o persino effettuare aggiornamenti del firmware.

Per classificare l’Ampero Mini nella gamma complessiva di tutti i modelli Ampero, è importante sapere che il candidato alla recensione, pur essendo una release attuale, appartiene ancora alla prima generazione (come Ampero e Ampero Stomp) in termini di processore. A differenza dell’Ampero II Stomp, quindi, offre meno potenza DSP, connettività, opzioni di switching e i convertitori sono di qualità superiore nel II Stomp, ma costa anche più del doppio.

Come vengono registrati gli esempi sonori dell’Hotone Ampero Mini

Per quanto riguarda i file audio, ho collegato l’Hotone Ampero Mini direttamente alla mia interfaccia audio, una RME Fireface UFX, e da lì alla mia DAW Presonus Studio One 6. Le chitarre sono indicate in ogni esempio.

Stai visualizzando un contenuto segnaposto da Youtube. Per accedere al contenuto effettivo, clicca sul pulsante sottostante. Si prega di notare che in questo modo si condividono i dati con provider di terze parti.

Ulteriori informazioni

Per convincermi del suono di base, ho prima provato alcuni preset di fabbrica. La prima impressione è che il suono e la risposta siano sorprendentemente buoni, considerando il prezzo. I preset di fabbrica sono programmati in modo musicale e sono ricchi di regolazioni pratiche che non danno l’impressione di essere troppo intrise di effetti.

0:00
0:00
Preset F01-1 – Stratocaster
Preset F03-3 – Stratocaster
Preset F20-1 – Les Paul
Preset F32-1 – Les Paul

Ora ho iniziato a creare i miei preset, concentrandomi prima sul blocco dell’amplificatore e solo successivamente sugli effetti. Grazie al display chiaramente organizzato, l’editing è una vera goduria e si arriva alle impostazioni desiderate con estrema rapidità. Per me, i risultati sono nettamente migliori di quelli ottenuti con i preset di fabbrica. Per poco meno di 220 euro, il potenziale sonoro è davvero notevole. La selezione di amplificatori emulati è estremamente ampia e i modelli sono molto realistici. Il suono è relativamente diretto e la dinamica, pur non essendo paragonabile a quella di un amplificatore valvolare, è molto elevata. Nulla impedisce di giocare con il potenziometro del volume della chitarra. Tuttavia, è chiaro che la qualità della modellazione è logicamente inferiore ai top player come Line6 Helix, Quad Cortex o persino Kemper e AxeFx, che costano molto di più di questo piccolo stompbox. 

Il blocco cabinet si dimostra molto ben suonante e incredibilmente versatile, anche se l’uso di IR di terze parti di alta qualità migliora il suono secondo i miei gusti personali. Gli effetti sono assolutamente convincenti in termini di suono e offrono anche una palette gigantesca. I suoni di delay, riverbero e modulazione sono naturali e trasparenti e anche gli effetti di pitch-shift offrono un buon tracking.

Numerose varianti di effetti consentono una progettazione sonora molto versatile

Oltre agli effetti di base, esistono innumerevoli varianti all’interno di una categoria di effetti, tutti dotati di un suono proprio e che consentono una progettazione sonora molto flessibile, con l’inclusione di moduli più specializzati come un simulatore di nastro vintage, filtri o un bit crusher. Anche i drive hanno un suono molto realistico e il Tube Screamer, qui chiamato Green Drive, offre proprio il suono che tutti ci aspettiamo. A mio parere, i fuzz sono meno convincenti, anche se va detto che questa categoria di distorsione è molto difficile da riprodurre in digitale.

0:00
0:00
Black Twin – Stratocaster
Voxy 30HW TB – Stratocaster
Marshell 50+ – Stratocaster
Soloist 100 Crunch – Les Paul
Dizzle VH+S – Les Paul
Black Twin + Compressor – Stratocaster
Baseman Bright + Green Drive + Spring Reverb – Stratocaster
Glacian Clean + Bend Fuzz + Tape Eko – Stratocaster
Black Twin + Custom Trem + Ping Pong – Les Paul
Black Twin + Clean Octa + Revolver – Les Paul
Marshell 800 + IR Esterna – Les Paul

L’Hotone Ampero Mini è perfetto con un finale di potenza valvolare

Infine, naturalmente, voglio ascoltare l’Ampero Mini in combinazione con un vero amplificatore. A questo scopo, collego l’uscita al return del mio Peavey 5150, che viene collegato all’IR di una cassa 4×12” con Greenback. Anche in questo caso, l’Ampero Mini riesce a distinguersi e a convincermi ancora di più rispetto all’utilizzo diretto nella scheda audio. Il finale a valvole riscalda notevolmente il suono, gli conferisce un po’ più di tridimensionalità e il tutto risulta un po’ più corposo.

0:00
0:00
Black Twin – Les Paul
Marshell 45+ – Les Paul

Rispetto al suo prezzo, l’Hotone Ampero Mini offre caratteristiche impressionanti e la costruzione è di altissima qualità. La creazione di preset personalizzati è estremamente intuitiva, sia con il software editor gratuito che con l’impeccabile touchscreen, e tutte le regolazioni possono essere effettuate in pochissimo tempo. Il piccolo e compatto apparecchio è molto potente anche dal punto di vista sonoro. La risposta è abbastanza diretta e i modelli di amplificatori simulati sono per lo più ben riprodotti. Naturalmente, non ci si può aspettare la dinamica e la tridimensionalità dei modeler di qualità superiore, ma costano anche molto di più dell’Hotone Ampero Mini.

Le simulazioni di cabinet integrate si dimostrano molto flessibili e ben suonanti, ma per i miei gusti il suono complessivo potrebbe essere migliorato in modo significativo utilizzando IR di terze parti. Anche gli effetti sono relativamente buoni e offrono una gigantesca varietà di opzioni, anche se i modelli di fuzz, ad esempio, mi convincono meno. Ma per poco più di 200 euro, l’Hotone Ampero Mini è un ottimo strumento con un eccezionale rapporto qualità-prezzo!

Considerando il suo prezzo, l’Hotone Ampero Mini offre caratteristiche impressionanti e la costruzione è di altissima qualità
Hotone Ampero Mini Vanilla

Hotone Ampero Mini Vanilla

Valutazione dei clienti:
(28)

Specifiche Tecniche

  • Produttore: Hotone
  • Nome: Ampero Mini
  • Tipo: Modeler di amplificatori ed effetti
  • Paese di produzione: Cina
  • Colore: Vaniglia
  • Controllo: Volume
  • Touchscreen: sì
  • Interruttori: 2x footswitch
  • Connessioni: In- e TRS-Output, EXP/Control (ogni jack da 6,3 mm), cuffie, Aux In (ogni mini jack), USB C, ingresso alimentazione (9 V)
  • Funzionamento a batteria: no
  • Consumo di energia: 500 mA
  • Dimensioni (L x P x A): 120 x 132 x 49 mm
  • Peso: 555 g
  • Prezzo: 222,00 euro (gennaio 2024)
  • Pagina del produttore: https://www.hotoneaudio.com

* Questo post contiene link affiliati e/o widget. Quando acquistate un prodotto tramite un nostro partner affiliato, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro lavoro. Non preoccupatevi, pagherete lo stesso prezzo. Grazie per il vostro sostegno!

Francesco Di Mauro