I pattern e i licks blues costituiscono la base per un’improvvisazione di un assolo blues efficace. Abbiamo raccolto dieci dei migliori licks per assolo blues di leggende della chitarra come Chuck Berry, Robben Ford, Stevie Ray Vaughan, Joe Bonamassa e Mark Knopfler e ve li presentiamo con spartiti e tablature. Alcuni tra questi artisti, li abbiamo approfonditi in questo workshop!

Credits: Shutterstock / MIGUEL G. SAAVEDRA

Per esercitarsi in modo rilassato, oltre all’audio con il tempo originale è sempre disponibile una versione slo-mo per suonare senza pressione. A proposito, potete trovare le scale e le diteggiature corrispondenti nel nostro speciale Improvvisazione su assolo blues – Le scale più importanti del Blues in un pratico PDF da stampare e portare con voi.

A proposito di praticità: prima di entrare nel dettaglio, vi diamo la possibilità di scaricare tutti i licks presentati in questo workshop in un PDF. In questo modo, avrete sempre a portata di mano i licks blues più efficaci!

In breve:

  • I licks sono come il vocabolario di una lingua e possono aggiungere molta autenticità all’esecuzione da solista. Per questo motivo, è consigliabile avere una certa scorta di frasi e licks nel proprio repertorio.
  • Nel blues si usa spesso una combinazione di scala blues, pentatonica maggiore e scala misolidia.
  • Elementi importanti del fraseggio sono i bend, gli slide e i double stop. I double stop sono elementi costituiti da due voci che contengono terze, seste o quarte della rispettiva scala.

I 10 migliori licks blues

Lick blues 1

Il Lick Blues 1 è una classica esecuzione pentatonica/blues in V posizione, nello stile di Mark Knopfler. Nel fraseggio, si può sfruttare molto bene il fatto che la blue note si trova all’ottavo tasto della corda Sol, ma anche al quarto tasto della corda Si:

0:00
0:00
Lick Blues 1
Lick Blues 1 Slo Mo

Lick blues 2

Chuck Berry vi saluta! Il Lick 2 mescola la scala blues con la scala La-Misolidia (molto comune tra i musicisti blues o orientati al blues come Angus Young degli AC/DC) e integra un double stop sulle corde Mi e Si:

0:00
0:00
Lick Blues 2
Lick Blues 2 Slo Mo

Lick blues 3

… consiste in un’esecuzione di una scala blues seguita da un fraseggio con double stop che ogni chitarrista dovrebbe padroneggiare. Durante la frase finale, la corda di Mi cantino rimane suonata al 5° tasto, mentre sulla corda di Si il Re si muove cromaticamente sulla nota blues di Mi e Mib:

0:00
0:00
Lick Blues 3
Lick Blues 3 Slo Mo

Lick blues 4

Il bluesman texano Stevie Ray Vaughan ci ha lasciato alcuni licks molto efficaci nella sua brevissima carriera. Ecco un pattern blues nel consueto stile di Stevie Ray:

0:00
0:00
Lick Blues 4
Lick Blues 4 Slo Mo

Lick blues 5

Lick 5: Robben Ford è giustamente considerato uno dei grandi chitarristi blues. Ecco una breve frase blues in stile Robben Ford. Anche questo è un vecchio trucco del blues: si prende la nota La sul 5° tasto della corda del Mi cantino e poi si esegue uno slide fino alla stessa nota La sulla corda Si:

0:00
0:00
Lick Blues 5
Lick Blues 5 Slo Mo

Lick blues 6

I bending appartengono agli elementi di fraseggio molto importanti della chitarra – in questo caso abbiamo un bending particolarmente ampio, ovvero una terza maggiore:

0:00
0:00
Lick Blues 6
Lick Blues 6 Slo Mo

Lick blues 7

Anche i pattern ripetuti di qualsiasi tipo sono parte integrante del suonare il blues: qui proponiamo un lick ripetuto in 13a posizione:

0:00
0:00
Lick Blues 7
Lick Blues 7 Slo Mo

Lick blues 8

Nel Lick 8 si incontrano i double stop sulle seste, che sono comunque molto comuni nel blues. Queste seste provengono dalla scala misolidia, con un pizzico di cromatismo. Scott Henderson ama usare questi elementi nei suoi assoli:

0:00
0:00
Lick Blues 8
Lick Blues 8 Slo Mo

Lick blues 9

Anche il Lick 9 è in modo misolidio e gioca su un arpeggio La add4 – un trucco che funziona molto bene non solo nel blues:

0:00
0:00
Lick Blues 9
Lick Blues 9 Slo Mo

Lick blues 10

Joe Bonamassa ha abbinato alcune tecniche moderne al blues nel suo modo di suonare. Nel Lick 10 troviamo una pentatonica estesa mescolata con la scala La misolidia. Se ora si abbina a questo un picking aggressivo, ci si avvicina molto all’originale:

0:00
0:00
Lick Blues 10
Lick Blues 10 Slo Mo
Riccardo Yuri Carlucci
Ultime pubblicazioni di Riccardo Yuri Carlucci (vedi tutte)